Navigando su questo sito web si accettano i cookie utilizzati per fornire i Nostri servizi. Per maggiori informazioni leggere l'informativa sui cookie

SPAZIO MOTORI HOME PAGE- Testata giornalistica telematica autorizzata dal Tribunale di Napoli con n.5141-Dir. Resp. Dott.Massimiliano Giovine   Il primo periodico telematico di informazioni ed inserzioni auto,moto,nautica,trasporti,viabilità,ambiente,sicurezza stradale,ecc.Testata Giornalistica autorizzata dal Tribunale di Napoli-registraz.n.5141-Provv.del 27/6/2000-Direttore Responsabile Dott.Massimiliano Giovine - © Tutti i diritti riservati

|HOME|

|Presentazione|

|Note/GeRENZA| Cookie |

|Lettere|

|Spazio Motori "Ambiente"|

|Inserzioni gratis|

|Links auto|

|Links moto|

|Links utili|

|Assicuraz. web|

Anno XV num.3
Mag./Giu. 2016

|C E R C A|

 

ARTICOLI di questo numero

 

SEGNALAZIONI LE SEGNALAZIONI DEI LETTORI. Scrivi anche Tu!

 
Pillole/News
 
Rubrica "Spazio AMBIENTE"
 
ARCHIVIO articoli
Scrivi a:redazione1@spaziomotori.it

 

Scrivici

Torna alla Home page

 | Gerenza |

Le Vostre lettere: Pag. 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9

Comunicateci lamentele, disservizi, ingiustizie riguardanti la Vostra auto, moto o imbarcazione. Ma anche apprezzamenti o consigli utili (non oltre 30 righe). Scrivete a: redazione1@spaziomotori.it  cercando di essere sintetici ed aggiungendo nome, cognome, città e recapiti. Le lettere più interessanti saranno pubblicate. Gli autori sono totalmente responsabili di quanto scritto. Grazie. (Privacy)  Chi ha bisogno di una consulenza Legale specialistica CONVENZIONATA, da parte di Avvocati esperti del settore che lavorano in convenzione con Noi, è pregato di scrivere qui: consulenza legale .

 

MERCEDES BENZ … COME MI CROLLA UN MITO. LA STELLA A 3 PUNTE NON BRILLA PIU’

Mi chiamo Mauro Sebaste e sono proprietario di una Mercedes ML acquistata nel 2008 e che ora ha 84000 km; premetto che tutti i tagliandi sono sempre stati eseguiti presso la concessionaria dove ho acquistato l’auto e pertanto “dovrei” usufruire (il condizionale è d’obbligo) della copertura del servizio “MOBILO”.

Trovandomi con la macchina in panne a Les Deux Alpes (Francia), dov’ero in vacanza, chiamo il servizio MOBILO che mi manda un carro attrezzi: la mia prima chiamata è delle 16.30 circa, il soccorso arriva (dalla località FREXENES a 12 km da Des Alpes) alle 19.30, “solamente” 3 ore per attivare il soccorso.

La mia vettura viene quindi,vista l’ora tarda, trasportata a Grenoble presso l’officina ufficiale MERCEDES ETOILE 38, soltanto  il giorno successivo(ulteriore perdita di tempo). Chiamo quindi la concessionaria per sapere la natura e l’entità del danno, mi dicono che è il cambio automatico e che devono attendere i pezzi di ricambio dalla casa in Germania, per cui essendo ferragosto ci vorranno più giorni per circa 2500 euro di spesa.

Ora, non sono scandalizzato perché si è guastata la mia vettura, (sono cliente MERCEDES da molti anni e con più modelli classe C/ A  / che ho tutt’ora, ed ML con grande soddisfazione); capita anche alle affidabili e costose MERCEDES di rompersi. Quello che proprio mi ha lasciato l’amaro in bocca è stata l’estrema disorganizzazione della rete MOBILO, quella francese praticamente inesistente e francamente poco cordiale e nemmeno informata su quanto prevedesse la COPERTURA MOBILO stessa. L’officina MERCEDES ETOILE 38 avrebbe dovuto (come da regolamento MOBILO) mettermi in condizione di poter rientrare in Italia senza disagio e nel più breve tempo possibile; invece non mi hanno offerto nessuna auto sostitutiva e non si sono minimamente interessati al mio rientro. L’unica loro preoccupazione era di sapere se avevo visto il preventivo e se accettavo la riparazione.

Rientrato dopo mille peripezie, fra le quali l’autostop, ho contattato l’ETOILE 38 per ben 3 volte al giorno, non trovando mai il responsabile, ho chiesto gentilmente (anche via e-mail) di essere richiamato, ma non lo ha fatto nessuno.

Hanno emesso fattura a cliente privato nonostante le nostre ripetute richieste di intestazione come ditta con tanto di p.iva,numero che, come ulteriore sgarbo dopo insistenza hanno messo nel corpo fattura al pari di un numero di serie di pezzo cambiato, ma l’apoteosi l’hanno raggiunta costringendomi a pagare l’iva che come B2B (18.3.2010 - PRESTAZIONI DI SERVIZI INTRACOMUNITARI DALL’1.1.2010) non è dovuta!

Raramente mi è capitato di trattare con persone così poco professionali ed addirittura sgarbate. Sinceramente non fanno onore ad una casa prestigiosa e di grande serietà ed affidabilità come la MERCEDES.
Saluti. 
Mauro Sebaste - E mail: edoardo@maurosebaste.it


VOLVO S60 CON DIFETTO ALLA TURBINA

SALVE, TRE ANNI FA HO ACQUISTATO UNA VOLVO S60 D5 (MY 2006), SPENDENDO 37000 EURO, DOPO UN MESE IL PRIMO PROBLEMA, OSSIA IL TUBO DELL'INTERCOOLER SI E' SGANCIATO, LASCIANDOMI A PIEDI PER VARI GIORNI E FACENDO INTERVENIRE IL CARRO ATTREZZI.
QUESTO GUASTO CON CADENZA TRIMESTRALE MI E' CAPITATO PIù DI 6 VOLTE POI HANNO DECISO DI FISSARE IL TUBO CON LE VITI, E COME VOLEVASI PREVEDERE LA PRESSIONE NON RIUSCENDO A BUTTARE FUORI IL TUBO, HA ROTTO LA TURBINA ( SOSTITUITA CON UN NUOVO TIPO DI TURBINA) ED OGGI STIAMO SOSTITUENDO LA TURBINA PER LA SECONDA VOLTA.
OGNI VOLTA SONO RIMASTO A PIEDI PER MOLTI GIORNI E LE ULTIME DUE VOLTE HO DOVUTO SBORSARE QUASI MILLE EURO VISTO CHE I DUE ANNI DELLA GARANZIA SONO PASSATI.
OGGI IL MECCANICO MI DICE CHE STA SOSTITUENDO LA TURBINA MA NON CAPISCE DA DOVE VENGA IL DIFETTO.
ORA MI CHIEDO: MA IN QUESTI CASI CON NEANCHE 50 MILA KM PERCORSI LA CASA MADRE NON DOVREBBE INTERVENIRE SERIAMENTE RICONOSCENDO IL DIFETTO DI FABBRICAZIONE?
CERTI DELLA VOSTRA COMPRENSIONE VI SALUTO.
E mail: mcluke2@hotmail.com


SKODA "ROOMSTER" DI 8 MESI: GARANZIA NEGATA A CAUSA DELL'ANTIFURTO

Spett.le Redazione, sono Andrea e vi voglio raccontare la mia prima esperienza con la Skoda.
Ho acquistato una Roomster Scout, presso “l’Autocentro Tiburtina” ufficiale Skoda a dicembre 2007. Ad agosto i vetri elettrici hanno smesso di funzionare.
Il service Skoda contattato ha negato l'assistenza in garanzia, a causa della presenza dell'antifurto "Gemini" (pagato 450 euro) vivamente consigliato e installato dal concessionario “l’Autocentro Tiburtina” ufficiale Skoda.
Lo stesso concessionario ha tentato più volte di risolvere il problema senza riuscirci. Tuttoggi il difetto persiste. La mia auto si trova dal 12 novembre presso un altro Service, il MA.VI. (ufficiale Skoda) dove dopo aver rimosso l'allarme ed in seguito anche ad un'ispezione della Skoda centrale, si è scoperto che il problema deriva da un difetto di fabbrica, si proseguirà per cablaggio, quindi smonteranno cruscotto, sedili, moquette etc., per trovare il guasto. Non sono assolutamente contento né dell'auto che ha mostrato subito un difetto, né della rete Skoda che non è stata capace di risolvere il problema.
La mia auto dopo un intervento così vasto ed invasivo non sarà più come nuova. Inoltre mi è sempre stata negata un' auto di cortesia. Chiedo pertanto giustizia. Oggi il 5 dicembre non ho ancora l'auto.

Disagi recati a causa del lungo fermo:
• Grossi disagi per il trasporto di mia figlia di 15 mesi verso asilo e familiari (freddo pioggia).
• Un’ora e mezzo per recarsi al lavoro con i mezzi (2 metro ed una navetta).
Quando mia moglie ha il turno delle 8,00 è costretta ad alzarsi alle 6,00 del mattino
• Ci sono stati durante il mese di novembre 2 scioperi dei mezzi, impedendo a mia moglie di andare a lavoro così sprecando 2 giorni di ferie
• La mancanza di sicurezza da non poter correre immediatamente con la propria auto al pronto soccorso quando una sera mia figlia ha urtato violentemente la testa, ma solo per fortuna dopo il consulto con il pediatra non è stato necessario muoversi.
• Tutti i week and di novembre e dicembre passati a Roma più altri giorni feriali per risolvere il difetto all’automobile a settembre e ottobre (permessi a lavoro).
• L’antifurto pagato 450 euro, consigliato ed installato dal “l’Autocentro Tiburtina” ufficiale Skoda.
• E' rimasto aperto un finestrino costringendoci a ricoverare la macchina in un garage la notte e viaggiare con il finestrino aperto durante il giorno
Andrea Moira - E mail: andrea.moira@tiscali.it


HONDA "FIREBLADE": UNA MOTO DA 13.000 EURO CON EVIDENTE DIFETTO DI FABBRICA

SPETT.LE HONDA , HO ACQUISTATO IL VOSTRO TOP "FIREBLADE" GAMMA DA 13.000€ ED OGGI MI TROVO APPIEDATO.
MI RIFERISCE IL TECNICO HONDA OFFICINA AUTORIZZATA MOTO BIKE DI GIUFFRIDA & MARINO SNC VIA MONSERRATO, 69 A/B , E MI CONFERMA IL MIO ELETTRAUTO DI FIDUCIA, CHE IL SISTEMA ANTIFURTO HISS NON RICONOSCE PIÙ LA CHIAVE DI ACCENSIONE A CAUSA DEL DETERIORAMENTO DEI CAVI CHE LO COLLEGANO ALLA CENTRALINA..."È UNA COSA NORMALE PERCHÈ A FURIA DI GIRARE LO STERZO I CAVI SI SCHIACCIANO E SI SPEZZANO."
NON CREDO CHE ABBIATE COSTRUITO LA MOTOCICLETTA PER ANDARE SOLO DRITTO, E NON CREDO CHE UNA MOTO DA 13.00€ POSSA DURARE SOLO 25.000 KM !!!
DATO CHE NON SIETE STATI ACCORTI NEL PASSARE I CAVI DI COLLEGAMENTO TRA IL SENSORE E LA CENTRALINA, SPERO VOGLIATE RICONOSCERE LA GARANZIA PER TALE DIFETTO DI FABBRICAZIONE DEL VEICOLO.
RIMANGO IN ATTESA DI VOSTRO SOLLECITO RISCONTRO A MEZZO FAX 095 533585 ALL'ATTENZIONE DELL'AVV. GIANLUCA ASCIUTTI
GRAZIE IN ANTICIPO PER LA CORTESE SOLLECITUDINE CHE MI VORRETE ACCORDARE.
CATANIA LÌ 4/12/08- Gianluca Asciutti - Tel.:3356049265 - E mail:
asciuttigianluca@alice.it


RENAULT "LAGUNA" USATA...TROPPO USATA

Spett.le redazione, sono un nuovo lettore e avrei delle domande da farvi. Vi racconto il mia la mia storia. Ho acquistato una Renault Laguna usata dà un concessionario qui nel mio paese circa otto mesi fà. Al momento dell'acquisto la mia auto sul contachilometri segnava pressappoco 95000Km, ho avuto dei piccoli  problemi mà non mi sono preoccupato consapevole di aver acquistato un auto usata, poi si è verificato un guasto al pedale della frizione e mi sono recato in concessionaria per  sapere sè almeno questo rientrasse in garanzia, mi è stato risposto di no. A questo punto mi sono rivolto ad un centro assistenza Renault, ho esposto il mio problema e mi hanno sviluppato un preventivo, mi è stato chiesto circa 200 euro per la riparazione. Ora vengo ad esporvi il problema, trovandomi in officina mentre compilavano la mia scheda, il capo officina in via amichevole e spiegandomi che quello che vedevo era riservato mi mostrava la scheda della mia auto delle manutenzioni dove si notava che ultimo tagliando effettuato risaliva al 2006 e l'auto riportava già 125000 Km. A questo punto sono tornato a casa e senza far passare troppo tempo ho inviato una mail alla Axus italiana srl di Roma chiedendo di inviarmi una copia del libretto di manutenzione, e come potreste immaginare ad oggi non mi hanno ancora risposto.
Le mie domande sono scontate, vorrei sapere se mi è dovuto questo libretto di manutenzione e se è si cosa o di quale legge devo avvalermi? Certi di una vostra risposta distinti saluti.

E mail: goliga@libero.it


PROBLEMI CON UNA CITROEN "C1" IN GARANZIA

Alla C.a. della Redazione di Spaziomotori
Salve, mi chiamo Chiara ed ho 21 anni, e vorrei sottoporre alla Vostra cortese  attenzione il mio problema:
circa due anni fa ho acquistato la mia prima auto, una Citroën C1 1.0 Amici  5P, pagandola 10.800 €.
Da più di un anno ormai, provoca un rumore insopportabile quando inserisco la  prima o la retromarcia ed accelero.
Circa tre mesi fa, quindi ancora in garanzia, ho portato l’auto alla  concessionaria Citroën Bieffe Auto di Brescia.

Il capofficina ha diagnosticato un problema alle pastiglie dei freni e mi ha proposto un intervento risolutivo a pagamento perché le pastiglie dei freni sono materiali soggetti ad usura e,  quindi, non coperti dalla garanzia: € 26,33 per: “costo manodopera smussaggio pastiglie freni”.
Il tutto per risentire il rumore il mattino seguente (Vorrei precisarVi che l’officina, oltre a non aver risolto il problema, mi ha fatto pagare per un  intervento che non era necessario).
Ho riportato l’auto in officina altre volte sperando che me la riparassero, sono rimasta senz’auto per più di un mese, senza che mi dessero naturalmente un auto sostitutiva.
Alla fine mi hanno riconsegnato l’auto per l’ultima volta dicendomi che non potevano risolvere il problema, definito da loro: “rumorosità in fase di stacco frizione”.
Quel che è peggio è che mi hanno anche detto, in confidenza, che è un problema comune ai modelli simili, (Citroën C1 - Toyota Aygo - Peugeot 107) al quale non vi è soluzione.
Mi è stato rilasciato un foglio sul quale il capofficina ha scritto che il “difetto” non comporta nessun malfunzionamento meccanico.
Ma io mi chiedo: “come possono essere così sicuri che questo “difetto di produzione” non provochi danni al veicolo, nel tempo o malfunzionamenti in un futuro, se non riescono neanche a capire da dove deriva e come risolvere il
problema?”
In sintesi ho perso tempo nel continuare avanti e indietro dall’officina, non ho potuto usufruire della mia auto per più di un mese ed ho dovuto pagare per un intervento (eseguito su di un auto in garanzia) e non necessario.
Perché scrivono nel libretto di garanzia Citroën che la garanzia contrattuale comprende il ripristino o la sostituzione degli elementi difettosi ?
Quello che più mi dispiace è che ho speso soldi per poter avere un auto nuova, la mia prima auto, e questa emette un rumore come succede in genere ad auto vecchie.
Vorrei chiederVi se avete notizia di problemi analoghi sui modelli da me elencati e cosa mi consigliate di fare per ottenere soddisfazione, visto che nell’officina della concessionaria c’è un cartello con scritto che il loro
scopo aziendale è la soddisfazione del cliente, secondo Voi, mi dovrei ritenere un cliente soddisfatto?
Spero che almeno Voi teniate in considerazione quello che Vi ho scritto e colgo l’occasione per porgerVi,
Distinti Saluti - Chiara Tedoldi  - E mail: kiri1987@libero.it


 

OPEL "ZAFIRA": VOLANTE BLOCCATO DURANTE LA GUIDA!

Spett.le Redazione

Voglio segnalarvi un fatto verificatosi oggi, in quanto nonostante il danno subito ritengo di essere fortunato perchè sono qui a descriverlo.

Questa mattina sono partito con l' Opel Zafira, e dopo circa 5 Km in piena corsa si è bloccato completamente lo sterzo che non mi permetteva di poter girare le ruote da nessuna parte, in quanto il volante era diventato completamente rigido, bloccato. Per mia fortuna, la velocità sostenuta in quel frangente di strada era di circa 50 Km/ora, quindi ho potuto fermarmi a stento al bordo della strada senza creare danni ai passeggeri ed alla carrozzeria.

Oltre il danno la beffa. La garanzia dei 2 anni è scaduta da circa 1 mese e mezzo.

Subito dopo l'acquisto, ho fatto diverse segnalazioni al concessionaria Opel dove ho acquistato l'autovettura, in quanto avvertivo spesso e volentieri dei "clok" nella parte anteriore della vettura, ma il responsabile dell'officina ha sempre riferito che nemmeno alla Opel di Roma sapevano di cosa si trattava, posso solo aggiungere come ho sempre sostenuto e riferito che l'autovettura durante la svolta aveva pochissimo sterzo.

Gentilmente chiedo, sempre se potete rispondermi, in questi casi come ci si deve comportare ?

Se fosse accaduto in curva ? Con una velocità superiore? Se avessi creato danni a qualcuno?

Noi utenti della strada come possiamo essere tutelati?

Distinti saluti. Paolo Vendrame. E mail: p.vendrame@alice.it


LA CITROEN MI IGNORA PER GROSSI PROBLEMI AD UNA "PLURIEL" IN GARANZIA

Voglio portare a conoscenza di una denuncia che ho inoltrato alla casa produttrice Citroen. Nell'Aprile del 2004 ho acquistato una pluriel c3. Dopo pochi mesi la radio ha dato problemi, perchè si accendeva ogni qualvolta aprivo la macchina elettronicamente. Ho segnalato il fatto alla Citroen e dopo vari tentativi sono riuscita a farmi cambiare la radio. Per farla breve il problema non è stato risolto. Malgrado le mie lamentele,ancora oggi mi ritrovo con una macchina che presenta problemi elettrici, alla radio, ai vetri alla capotta, alle luci. Mi sono rivolta all'associazione consumatori dove l'avvocato, dopo aver segnalato e avvisato di procedimento penale mi ha consigliato di bloccare le ultime dodici rate rimaste, perchè la casa produttrice continua a ignorarci. Faccio presente che ho allungato la garanzia di cinque anni,quindi rientra ancora in garanzia. La finanziaria a cui pago le rate mi ha segnalato come cattiva pagatrice, non ho ancora risolto il problema, l'avvocato aveva consigliato di citare la Citroen per danni e richiedere la sostituzione della macchina, ma non mi ha garantito una soluzione positiva. La Citroen continua ad ignorarmi. Ho bisogno di un consiglio, non sono in grado di sostenere delle spese legali, ma non posso neanche tenermi una macchina da 15.000 euro che non ha mai funzionato! Chiunque abbia avuto problemi ed è a conoscenza di altri che hanno avuto problemi con questa macchina me lo faccia sapere ,..da sola non riesco a combattere! Aspetto un milleconsiglio,...grazie . Cordiali saluti.

Coli Katya. E mail: kreatyva@libero.it


PROBLEMI CON UNA VOLVO "V50" DI APPENA 8 MESI

Buonasera, vi scrivo per raccontarvi il mio disagio con una macchina nuova acquistata a fine luglio2007 con la quale ho percorso 20000 km tra mille anomalie.

Fin dai primi di settembre2007 la macchina (Volvo v50)segnalava anomalie di tipo eletrico...(correnti troppo alte" spegnere immediatamente il motore").

Telefono alla concessionaria e questa mi risponde di spegnere il motore e riavviarlo e vedra' che andrà tutto bene..

La macchina ha ripreso il corretto funzionamento e per 2-3 giorni tutto va bene .

La mattina del quarto giorno il problema si ripresenta ,solo che per ripristinare il tutto ho dovuto spegnere ed accendere 5 volte.

Porto la macchina in concessionaria e la tengono  per 3 giorni. Dopo di che, ritiro la macchina ma dopo qualche giorno si ripresenta lo stesso errore. Gli riporto la macchina e la tengono ancora 3 giorni.

Dopo 2 giorni dalla riconsegna si ripresenta di nuovo l'anomalia. Riporto l' autovettura  in officina e la riconsegnano dopo qualche giorno....premetto che ogni volta che la macchina e' stata in officina c'e stato un cambio di pezzi documentato in garanzia.(ma il problema che la macchina a me serve per lavoro).

Fino a qua si può anche sorvolare sono anch'io un costruttore non di autovetture ma di trasmettitori tv posso capire che i bit possano girare male per svariati motivi.

Adesso arriva il bello quando mi sono trovato ad uno stop e faccio per uscire un pò violentemente per il traffico  ma la macchina  risponde solo parzialmente al mio comando di accelerazione perche' la macchina sembra priva di turbo...lascio a voi immaginare il mio spavento con le altre macchina che arrivavano....riporto la macchina in concessionaria e la tengono li ancora qualche giorno. A questo punto pretendo la macchina sostitutiva ma mi fanno capire che me la devo pagare io....un mio amico mi dice che la macchina me la presta lui e quindi lascio stare...mi riconsegnano la macchina dicendomi di averla super testata... naturalmente facendomi fuori il pieno. Senza dirlo passano 2 giorni e il problema mi si ripresenta in sorpasso.........brutto spavento........la mia morosa non vuole più salire sull'automobile...a questo punto vorrei sapere se con questi problemi posso richiedere la sostituzione dell'autoveicolo. Io non c'e la faccio piu',ditemi voi come posso comportarmi...scusate per il mio italiaano, spero di essere stato chiaro nel raccontarvi il mio disagio

Distinti saluti. Per chiarimenti Guido - Tel. 3487262868 - E mail: anacleto.gv21@yahoo.it


L'ASSICURAZIONE NON TUTELA IL PROPRIO ASSICURATO

Sigg.,spero mi possiate aiutare Voi e rendere pubblica una situazione vergognosa fra assicurato e assicurazione.

Pago regolarmente la polizza responsabilità civile alla Fondiaria Sai. Negli ultimi  sei anni non ho mai avuto incidenti di sorta. Un anno fa un furgoncino ha tamponato la mia auto sotto casa ed é fuggito. Un testimone ha visto tutto, ha preso il numero di targa ed é venuto con me all'assicurazione.

La Fondiaria Sai - Ag. Chieri (Torino) prima mi ha detto che l'altra assicurazione avrebbe pagato ed ha dato l'okay al carrozziere perché riparasse il danno.

A distanza di 6 mesi mi ha comunicato che l'altra parte non era assicurata e che tutto passava al fondo vittime della strada ed io avrei dovuto pagare l'importo della franchigia di 500 Euro.

Il carrozziere mi tempesta di telefonate perché a questo punto, passato un anno circa dalla data del sinistro, vuole essere pagato. L'uff. sinistri della Fondiaria Sai - Ag. Chieri non risponde neppure più al telefono.

E' giusto tutto questo? E' normale in un paese civile essere trattati in questo modo?

Vi ringrazio anticipatamente.

Sabrina Zago - Tel. 335 8448260 - E mail: sabrina.zago@tele2.it


"SMART DIESEL": CONSUMA PIU' DI QUANTO DICHIARATO

Ho acquistato la nuova Smart (versione 2007 diesel 2 posti) per i suoi ridottissimi consumi super pubblicizzati e riportati sul depliant informativo datomi dal concessionario in fase di trattativa: 3.3 l/100Km ossia più di 30 Km con un litro in ciclo misto. Urbano: 3.4 l/100km  - Extraurbano: 3.2 l/100Km.
Dopo aver percorso ben 11000 km e aver accuratamente segnato km e litri di gasolio acquistato ho mantenuto una media di consumi (ciclo misto) che non va oltre i 20 Km al litro ossia 5 l/100Km (con una differenza di consumi non indifferente).
Facendo mediamente 30000 Km all'anno tale differenza diventa significativa in termini di spesa e forse conoscendo i consumi reali avrei potuto fare una migliore comparazione con le altre autovetture.
Maurizio. E mail: mao206@libero.it


LA NOSTRA BMW "530 D" HA PRESO FUOCO SPONTANEAMENTE!

Ho un problema, un grosso problema da 29.000 euro!!!!Il BMW 530 D di mio padre,giorno 12/11/2007 ha preso fuoco spontaneamente ed in 10 minuti si è sciolta completamente,è rimasto solo lo sportello posteriore destro ed il cofano posteriore. L'auto era ferma da quasi 5 ore. Il BMW immatricolato nel 2003 era stato acquistato di seconda mano da papà a settembre 2006. L'auto aveva una garanzia fino al 2008 dataci dalla concessionaria che l'aveva venduta. I primi di ottobre la vettura era stata portata in un'officina autorizzata BMW per un controllo completo. Qui avevano sostituito delle centraline ed altre componenti elettriche ( spinette corrose,portalampada, involucro presa di corrente)!!! Non sappiamo cosa fare, abbiamo fatto periziare la carcassa dell'auto, stiamo aspettando notizie! Abbiamo contattato un nostro avvocato. E' assurdo che automobili così costose e sofisticate si riducano in un ammasso di non so che cosa!!!!!Sul vostro sito ha trovato un caso simile, vorrei solo sapere come si evolve la questione. Spero che la mia non rimanga una voce nella tempesta!!!!!AIUTO.
Miglio Teresa Via A. Forni n. 11 C.A.P.88063 Catanzaro; e-mail: francescomiglio@libero.it; cel. 340-3535868


BMW SERIE 5 D, ANDATA IN FUMO IN POCHI MINUTI

Gent.mo direttore, leggendo le altre lamentele riguardo le Bmw faccio presente che la nostra Bmw serie 5 d nostra da soli 2anni non si e'solo rotta ma e' andata in fumo in pochi minuti. Ora dopo 6 mesi abbiamo ricevuto solo risposte negative da Bmw Italia
Ora se qualcuno e' nelle mie stesse condizioni si faccia sentire ..oltre che avere scritto sul sul ns. quotidiano mi sto mettendo in contatto con "MI MANDA RAI TRE".
Faccio presente che sono assistita da legali.
Bombelli da Angera .VA. E mail: nora.bd@libero.it


BMW "X5": 64.000 KM APPENA E GUASTI PER 13000 € !

Mai più BMW!
Mi stupisce ricevere una comunicazione dalla BMW Italia in merito all'"Operazione Assistenza Tutto Compreso..  ..perché la Sua X5 sia sempre al top della condizione fisica", proprio nel  momento in cui andavo a staccare due assegni complessivamente di 12.800?  per varie riparazioni!!!!!!
Ma vengo immediatamente al dettaglio.
In data 05/06/2007 conducevo l'autovettura BMW "X5", quando, l'auto improvvisamente si spegneva non facendo, dunque, funzionare i comandi e ponendo in stato di pericolo non solo me stesso, ma anche gli altri passeggeri.
Riuscivo ad arrestare il veicolo in condizioni di precaria sicurezza lungo una piazzola di sosta dell'Autostrada e contattavo un carro attrezzi che prontamente trasportava il mezzo e i passeggeri presso la più vicina concessionaria BMW Baldassarre Motors sita nella città di Bari.
Da una prima analisi, peraltro confermata il giorno dopo, il capo officina della concessionaria  mi comunicava che l'intero motore era stato danneggiato per causa del tutto sconosciute e che pertanto andava sostituito in toto con preventivo di spesa che si aggirava intorno ai 10.000 euro.
Si premette che l'autovettura è del 2003 e ha percorso solo 64000 Km, ed ha eseguito ad ogni scadenza regolare tagliando.
Ebbene, non si spiega come mai una auto dalle qualità tanto decantate che giustificherebbe il tanto cospicuo prezzo d'acquisto possa "morire" dopo appena 4 anni di vita e per di più dopo aver percorso solo 64000 Km.
Tuttavia, ho  ritenuto opportuno provvedere a riparare l'autovettura in questione, ritirandola in data 29/06/2007, sostenendo la spesa di euro 10.400.
Come se non bastasse il 19/07/2007 la BMW X5 non si riavviava più necessitando per l'ennesima volta dell'intervento del carro attrezzi.
Nuova diagnosi: sostituzione pompa motore e pompa carburante, sostituzione scambiatore massa d'aria e sostituzione della turbina, il tutto fuori dalla garanzia relativa alla sostituzione del motore avvenuto circa 22 giorni fa.
In data 02/08/2007 è stata ritirata l'auto dalla EMMEAuto di Lecce e ho sottoscritto un altro assegno di 2.400euro.
Più volte ho fatto presente questa situazione sia alla BMW Italia e sia alla sede in Germania tramite l'invio di molteplici e-mail e di due raccomandate con avviso di ricevimento ma che hanno trovato risposte sterili e prive di qualsiasi cenno ad una eventuale iniziativa.
Mi preme dire tuttavia che sono consapevole di essere possessore di un auto inaffidabile nonostante abbia, nell'arco di 33 giorni, pagato per più riparazioni una somma di circa 13000 euro.

FRANCESCO GUAGNANO  - VIA F.POLI 18 - 73100 LECCE - Tel. 339/2395435 - E mail: f.guagnano@libero.it


LANCIA "THESIS 2.4" PIENA DI PROBLEMI E ASSISTENZA SCADENTE

Egregio Direttore,
innanzitutto la ringrazio per la possibilità che ci dà nell'esprimere opinioni belle e brutte sulle vetture in circolazione, io purtroppo posso scrivere solo cose brutte relative all'acquisto della vettura Lancia "Thesis 2.4 emblema" (macchina strapagata) ritirata il 10 agosto del 2006, ed ancora una volta in officina per essere riparata.
Vi elenco la mia disavventura: ritiro la macchina dal Concessionario di Rieti Gruppo Centralmotor e con mia grande sorpresa noto delle macchie sulla carrozzeria ed addirittura dei pezzi dove mancava la verniciatura, il venditore il Sig.Cavallaro mi faceva presente che le macchie e le parti non verniciate erano dovute alla plastica di protezione al trasporto e che sarebbero andate via con i lavaggi.
Così non è stato, ho fatto presente all'officina autorizzata Marinangeli di Passo Corese del problema ed hanno informato la Concessionaria ancora sono in attesa di risposta. Proseguendo nel doloroso cammino mi sono accorto di avere una sporgenza su un pneumatico recatomi in officina mi veniva cambiato in garanzia. A distanza di qualche mese sono usciti difetti al cambio dovuti ad innesti irregolari, difetti alla frizione (slittamento), all'avantreno, al navigatore, al condizionatore, alle chiusure delle porte posteriori e non ultimo l'accensione della spia controllo elettronico motore.
E' stata ricoverata più volte in officina (Marinangeli), con relativo smontaggio e rimontaggio con sostituzione del collettore di aspirazione, navigatore e vari interventi sul motore, ma ancora oggi mentre Le scrivo la macchina e ricoverata presso la suddetta officina sempre le solite anomalie.
Quello che mi fa più alterare è la strafottenza di Fiat Lancia nei miei confronti dopo le innumerevoli telefonate ed e-mail spedite non si sono mai degnati di farmi una telefonata per mettermi a conoscenza della loro operatività ma ho potuto solo confermare i mie sospetti sulla loro inadeguatezza nel gestire il post-vendita. Sono buoni solo a vendere ma a tenersi il cliente non gli interessa.
Faccio presente, sia a Lei Direttore che ai responsabili dell'assistenza Lancia che l'autovettura in questione è adibita al trasporto pubblico NCC è che essendo socio di una Cooperativa abbiamo altre thesis che provvederemo ad eliminare visto i risultati, e le figuracce fatte verso i nostri clienti.
Le farò sapere, se ho la possibilità, come andrà a finire la questione ma nè io nè tantomeno i miei colleghi compreremo più macchine
italiane visto che siamo abbandonati in tutto e per tutto da Fiat Group.

La ringrazio tanto Direttore e passo a ben distintamente salutarla.
Nicola Longo  Passo Corese (RI) tel. +393929778788   E-mail: longo.nic@tiscali.it


SCONFORTO E DELUSIONE PER UNA MERCEDES "CLK 270 CDI"

Egregio Signor Direttore,

sono Ruggero Tantaro, volevo innanzi tutto farle i complimenti per il sito e ringraziarla per il tempo che dedicherà al mio problema, che di seguito elencherò: le scrivo per  manifestare il mio sconforto e la mia delusione  a seguito dell’acquisto di una Mercedes CLK 270 CDI usata  di Novembre 2002 con 45.000 KM. L’acquisto di tale vettura era sinonimo di affidabilità e garanzia,quindi in cuor mio ho ritenuto d’aver fatto una scelta giusta.

Ho ritirato la vettura a luglio del 2005 da un concessionario Citroen di Cassano Magnago (auto del papà anziano di un venditore della stessa concessionaria) la quale mi garantisce l’auto per 1 anno, a novembre effettuando un rifornimento a  Coldrerio (CH) dopo 2 giorni di percorrenza  l’auto si ferma e non parte più, purtroppo sono in territorio svizzero,chiamo il servizio TCS carro attrezzi svizzero e pago 170 Fr. per farmi trainare l’auto da Chiasso a Ponte Chiasso (1 Km). Ad attendermi c’è un altro carro attrezzi  200,00 € che mi porta dal concessionario di Cassano Magnago, dopo una settimana di fermo l’esito è di n° 1 iniettore guasto e la pompa dell’alta pressione guasta a seguito di acqua nel gasolio. Costo 2.180,00 €.

A marzo dell’anno 2006 fermo l’autovettura ed alla successiva ripartenza,l’auto non si ravvia stesso sintomo della volta precedente, ho dovuto chiamare il carro attrezzi : 1 iniettore da sostituire costo 400,00 € + 100,00 € di carro attrezzi.

A luglio 2006 dopo una settimana di vacanza  ennesima sosta forzata  ad Agrate , l’auto si spegne alla velocità di 50 Km orari,accosto e la signorina non ne vuole più sapere. Carro attrezzi ,concessionario di Monza VENUS, dopo 2 giorni  ritiro il mezzo ed  il guasto è causa di n° 2 iniettori costo 900,00 €.

Arriviamo al 16  Maggio 2007,  sto andando a Francoforte sul Meno e a 30 Km dall’arrivo mi accorgo che l’auto non rende come dovrebbe infatti la max velocità e di 120 Km  ,arrivo a destinazione e il mio primo problema è quello di trovare un ‘officina Mercedes autorizzata, con l’aiuto di  un amico residente anch’egli possessore di un’auto Mercedes mi indica  FUNK Nachf. Starter di Eiserne Hand 42 a Francoforte, il quale alla mia richiesta (serietà tedesca) mette subito a disposizione un operaio il quale dopo alcune verifiche sostituisce il dispositivo di regolazione della massa d’aria ,per un costo pari a 160,53 € .Il capo officina effettua una prova su strada e ritiene che tutto sia ok. Soddisfatto per il  trattamento ricevuto in termini di attenzione mi metto al volante della mia auto e dopo una 15  Km mi rendo conto che l’auto non rende come è la caratteristica delle prestazioni che conosco,quindi ritorno in officina e alla mia ricomparsa il capo officina mi mette a disposizione 3 operai, fantastico la professionalità germanica non ha eguali,il responso dei medici  dopo varie sonde infilate a destra e manca  causa del catalizzatore. Chiedo che venga sostituito ma purtroppo in tutta Francoforte non c’è il pezzo di ricambio:dopo varie ricerche trovano il catalizzatore a c.a. 60 Km di distanza ma non sanno come approvvigionarsi , io mi rendo utile per andare a prenderlo ma mi dicono che non è possibile, quindi la soluzione è un corriere express il cui costo mi verrà aggiunto in fattura. Dovendo ripartire  e sapendo che il giorno seguente in Germania è festa  prego il capo officina di aiutarmi.

Alle ore 17 vado ritirare l’auto e chiaramente pago la fattura di 897,55 €.

Naturalmente sulla fattura è indicato il numero di serie del catalizzatore nuovo, rientro a Milano convinto che questa storia fosse finita, infatti non è così perchè dopo 5 giorni dal mio rientro la macchina non rende più come dovrebbe, la porto da un meccanico di fiducia, e  dopo diversi controlli, mi chiama chiedendomi gli estremi della fattura dell’officina tedesca, risultato il numero di serie del catalizzatore nuovo non rispecchia quello della fattura, infatti è il catalizzatore originale, il quale necessita di essere sostituito : 780,00 €. Cornuto e mazziato  Grazie MERCEDES spero a mai più.

Distinti Saluti. Ruggero Tantaro - Via Maffucci,26 - 20158 Milano -Tel.+39 335 245826 - E mail: ruggero.tantaro@gmail.com


DUCATI MONSTER 600: PROBLEMI PER IL DEPOTENZIAMENTO

Spett. redazione - Mi chiamo Maurizio Sinatra da Trieste.

Mio figlio Luca in occasione del 18esimo compleanno chiedeva una moto Ducati monster 600 che naturalmente andava depotenziata. Troviamo un bel usato e ci rechiamo alla concessionaria di zona, dove il personale e' gentilissimo. Con la fotocopia della carta di circolazione fanno la richiesta alla casa madre per sapere se il mezzo in oggetto e' depotenziabile. A seguito numerosi solleciti, la Ducati risponde affermativamente dopo 2 mesi. Procedo all'acquisto avvenuto nel dicembre 2006. Come nuovo intestatario facciamo la richiesta tramite concessionaria per la modifica di depotenziamento. Ad oggi siamo ancora in attesa che la Ducati invii la targhetta necessaria al depotenziamento e relativa omologazione. Ogni sollecito e' inutile. A questo punto sconsiglio vivamente a chiunque di imbarcarsi in questa avventura, meglio puntare su altra marca e modello. Grazie.

E mail: per.sin@libero.it


BMW "530 SW": 65.000 EURO SPESI, L'AUTO NON PARTE PIU' E NON SANNO IL PERCHE'...

Buon giorno, ho acquistato a giugno 2005 una "Bmw530 famigliare", del valore di 65000 euro, fatto tutti i tagliandi in officina bmw, e 30 giorni fa l'auto non parte più.

La porto in officina Bmw e ogni 3/4 giorni mi rispondono che la macchina sarà pronta senza problemi tra tre giorni.

Ieri mi dicono che dopo molti tentativi non riescono a risalire al problema, anche dopo l'intervento di un tecnico chiamato da Monaco.

Dopo il ventesimo giorno si decidono a fornirmi un autovettura a noleggio, a carico loro.

il problema è questo, non sanno quando sarà disponibile, e forse dovranno portarla a Monaco per test più approfonditi, io sono un agente di comm. e l'auto per me è uno strumento di lavoro.

Mi dica che posso fare, anche perchè, penso non faccia tanto piacere sapere che l'auto comprata venga smantellata e riassemblata più volte.

Saluti, Luca Pecile - E mail: Luca@pecile.com


CONFISCA DELLA MOTO: "MA E' UNA RAPINA AUTORIZZATA..."

Poco più di un mese fa i Carabinieri mi hanno sequestrato una moto di grossa cilindrata poichè non indossavo il casco protettivo (stavo dentro il paese che tra l'altro è piccolo). Ciò che però mi da tanto fastidio e che non si sa cosa succederà alla mia cara moto...non so se e quando potrò utilizzarla o ancora peggio se da un giorno all'altro la mettono all'asta...LA MIA MOTO...ma saranno pazzi? come si possono permettere di impadronirsi di una Cosa che è DI MIA PROPRIETA', CHE HO ACQUISTATO CON I MIEI SOLDI MAGARI FRUTTO DI SACRIFICI...bhe questa è una RAPINA BELLA E BUONA...E LO STATO COSI' E' UN LADRO AUTORIZZATO::IO VOGLIO LA MOTO,,,MA COME FARE???? SI TRATTA DI UNA PENA ECCESSIVAMENTE DRASTICA SE RAPPORTATA ALL'ILLECITO....SE IO NON METTO IL CASCO METTO A RISCHIO SEMMAI LA MIA DI VITA MA NON DO' FASTIDIO A NESSUNO NE METTO A REPENTAGLIO LA VITA DI ALTRI SOGGETTI TANTO QUANTO CHI GUIDA SENZA CINTURA DI SICUREZZA O CON IL BRACCIO FUORI DAL FINESTRINO O MAGARI PARLA AL TELEFONINO.
Allora cosa aspettano a modificare sta legge?????

E mail: claudiabianca@virgilio.it  claudiabianca@virgilio.it


MERCEDES "ML270 CDI": 30.000 KM APPENA ED INIZIANO I GUAI...

Nel Maggio 2003 acquistai una Mercedes ML 270 cdi nuova da un rivenditore multimarche. La vettura era di provenienza ufficiale (concessionaria Sartori-Mercedes Benz). Nel mese di Giugno di quest' anno, (con il contachilometri che segnava ben 30.000 km !!!!!) , si manifestava una copiosa perdita di olio dal cambio automatico. Cose che possono succedere, pensavo , visto che sono un autoriparatore e casi di questo genere ne ho visti più di qualcuno tutti risolti dalle case madri senza problemi. Mi presento fiducioso quindi alla concessionaria CAR DUE di S. Bonifacio (Vr) e il capo officina gentilmente mi comunica che l'intervento è laborioso e che, visto il basso chilometraggio della vettura , proverà a chiedere un intervento fuori garanzia da parte della Mercedes Italia. Risultato: mi sono pagato tutto! Mercedes Italia ha risposto che la vettura ha in effetti pochi chilometri ma e' fuori garanzia di qualche mese. Pago, ritiro la vettura , non faccio storie perchè non e' nel mio carattere. Dopo una settimana il volante della vettura, comincia ad avere un gioco assiale considerevole e a vibrare notevolmente. Cambio concessionaria e vado alla Padova Star di Monselice (Pd) e qui mi comunicano che c'e' il piantone di sterzo completo da sostituire. Gentilmente mi dicono anche che faranno una richiesta a Mercedes-Italia per un intervento fuori garanzia visto il bassissimo chilometraggio della vettura. Risultato: ho pagato tutto fino all'ultimo euro!!!! La vettura attualmente ha 34.000 km. Da poco comincia a creparsi la guarnizione del lunotto (entra già acqua quando piove ). Ho contattato personalmente l'ufficio reclami Mercedes e dopo aver aperto una pratica a mio nome mi hanno comunicato che purtroppo non ci possono fare niente. Anzi, ciliegina sulla torta, dopo una settimana mi chiama il servizio clienti Mercedes e mi domanda se sono rimasto soddisfatto del trattamento ricevuto dalle concessionarie e che voto darei al prodotto Mercedes...

Francesco Piccolo - E mail: piccolof@tiscalinet.it     


FIAT "IDEA": PROBLEMI CON LA POMPA DELLA NAFTA

La mia Fiat IDEA, targata CN051ED, immatricolata il 31 marzo 2004 che attualmente ha percorso 38.000 Km., da quando aveva 18-19mila Km, manifesta un suono più accentuato tra mille e duemila giri. Da allora ha interpellato tre concessionarie Fiat senza risolvere il problema. La Prima concessionaria "Progetto Auto" di Scerne di Pineto (TE), interpellata nel mese di febbraio 2005, ha detto che potrebbe trattarsi di ritorno di gasolio; la seconda concessionaria "Leone" di Desenzano del Garda ha provveduto alla sostituzione del regolatore di pressione della nafta, senza risolvere il problema; la terza concessionaria "Giansante" di Chieti Scalo ha detto che potrebbe trattarsi di contratture della tubazione della pompa della nafta. Il problema esiste tuttora e sempre più marcato. Tutte e tre le concessionarie mi hanno assicurato dell'avvenuta comunicazione alla Fiat che è in attesa di risolvere il problema esistente anche su altre autovetture Fiat IDEA 1300 Multiget. Resto in attesa di notizie e come risolvere il problema che ripeto è sempre più evidente e fastidioso. Distinti Saluti

RINALDI Costanzo - Via G:Ricciardi 40 - 66013 Chieti Scalo - Tel.0871 565136  Cel. 338 3736372 - E mail: co.rinaldi@alice.it


>>Torna su

 

Pag. 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9

 

Note: il contenuto delle lettere pubblicate impegna integralmente gli autori, sollevando la Redazione di "Spazio Motori" da qualsiasi responsabilità.

PRIVACY: Eventuali dati personali saranno trattati nel rispetto della Legge 196/2003 e succ. ( privacy ).

 

 

 

 

Home pageCopyright 2000/2016 © - Tutti i diritti riservati - All rights reserved - Testata giornalistica autorizzata dal Tribunale di Napoli-registr. n. 5141-Provv.del 27-06-2000.

Editore: associazione culturale no-profit "Confgiovani"- Iscr. ROC n.19181. Direttore Resp. Dott.Massimiliano Giovine - giornalista (Tes. Prof. n.120448, già n.84715).

Direzione, Redazione: via D. De Dominicis, 20 c/o Giovine-cap. 80128 Napoli. E' vietata la riproduzione o trasmissione anche parziale, in qualsiasi forma, di testi, immagini, loghi ed ogni altra parte contenuta in questo sito web senza autorizzazione.

La Redazione non è responsabile di eventuali errori imputabili a terzi, nè del contenuto delle inserzioni riservandosene, pertanto, la pubblicazione.

Nomi e numeri sono citati a puro titolo informativo, per offrire un servizio al lettore. Proprietà artistica e letteraria riservata ©. Vedi gerenza e note legali/tecniche.

|Anno XV num.3 - Mag./Giu. 2016| - Per informazioni e contatti e-mail: redazione1@spaziomotori.it

Sito web ottimizzato per "Firefox", Internet "Explorer 5.0" o superiore - Risoluzione schermo consigliata: 1024 x 768 pixel - >>Privacy/Cookie<<