SPAZIO MOTORI HOME PAGE- Testata giornalistica telematica autorizzata dal Tribunale di Napoli con n.5141-Dir. Resp. Dott.Massimiliano Giovine Il primo periodico telematico di informazioni ed inserzioni auto,moto,nautica,trasporti,viabilità,ambiente,sicurezza stradale,ecc.Testata Giornalistica autorizzata dal Tribunale di Napoli-registraz.n.5141-Provv.del 27/6/2000-Direttore Responsabile Dott.Massimiliano Giovine - © Tutti i diritti riservati

|HOME|

|Presentazione|

|Note/Gerenza|

|Lettere|

|Spazio Motori "Ambiente"|

|Inserzioni gratis|

|Links auto|

|Links moto|

|Links utili|

|Assicuraz. web|

Anno XIII num.1
Gen./Feb. 2014

|C E R C A|

CARPOOLING IN TEMPO REALEricerca sui SINISTRI in Italia

CARPOOLING IN TEMPO REALECARPOOLING istantaneo

L'automobile elettrica in Italia: possibile?Auto ELETTRICA:utopia?
Car POOLING CAR POOLING: condividere l'auto

Le vacanze per gli Italiani: in autoVACANZE in auto per gli Italiani

VACANZE IN AUTO PER GLI ITALIANI

QorosQOROS

Mercedes: il nuovo "SPRINTER"

Il Nuovo veicolo commerciale della Mercedes: "SPRINTER"

SEGNALAZIONI LE SEGNALAZIONI DEI LETTORI. Scrivi anche Tu!

MASERATI: tridente di lusso

KTM super Duke "R"

Pillole/News
Rubrica "Spazio AMBIENTE"
ARCHIVIO articoli
Scrivi a:redazione1@spaziomotori.it

 

Scrivici

Torna alla Home page

 | Gerenza |

Le Vostre lettere: Pag. 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9

Comunicateci lamentele, disservizi, ingiustizie riguardanti la Vostra auto, moto o imbarcazione. Ma anche apprezzamenti o consigli utili (non oltre 30 righe). Scrivete a: redazione1@spaziomotori.it  cercando di essere sintetici ed aggiungendo nome, cognome, città e recapiti. Le lettere più interessanti saranno pubblicate.

Gli autori sono responsabili di quanto scritto. Grazie. (Privacy). Chi ha bisogno di una consulenza Legale specialistica CONVENZIONATA, da parte di Avvocati esperti del settore che lavorano in convenzione con Noi, è pregato di scrivere qui: consulenza legale . Vedi RUBRICA 


OPEL: PROBLEMI CON IL SISTEMA "CAMBIASS"

Vi scrivo per segnalare poca serietà dell'Opel in quanto sono stato preso in giro e rinviato moltissime volte. Il problema riguarda il sistema cambiass...avevo ordinato l'Opel corsa con l'autoradio di serie ma visto che la concessionaria opel aveva la macchina da me richiesta ma senza autoradio hanno provveduto a mettere un 'autoradio non fornito dalla casa opel in quanto l'autoradio jvc non era conforme al sistema cambiass .infatti e successo che si guasta sia l'autoradio che il sistema cambiass; è passato un anno e sono senza comandi al volante in quanto l'opel non ha provveduto o diciamo meglio se ne fregata .sono andato un paio di volte alla concessionaria opel per questo problema ma trovavano sempre delle scuse per cui mi rinviavano sempre ..per colpa loro ho fatto anche ritardo al lavoro e ho subito rimproveri dal mio datore di lavoro...mi dispiace ma nella concessionaria opel della Calabria sono poco seri in quanto non sono stato servito e soddisfatto come la Fiat infatti rimpiango di aver tolto la fiat 500 ...vi prego di provvedere che non succeda agli altri quello che e successo a me ....grazie cordiali saluti

E mail: maurizio.foti.d1no@alice.it


PROBLEMI VARI AD UNA FORD C-MAX 1.6 TDCI

Il 13-09-2008 ho avuto la malaugurata idea di ordinare presso la concessionaria Ford Ablondi di Bareggio (Mi) una Ford CMAX 1.6  TDCI  90 cv. La vettura è stata immatricolata il 3-10-2008 e ritirata. Dopo una settimana  di vita a 300 km mentre stavo tornando dalla medesima concessionaria improvvisamente il quadro strumenti si illuminava ed un cicalino mi avvisava che avevo il motore a temperatura elevata al contempo la macchina si fermava. Contattavo immediatamente la concessionaria che mi tranquillizzava dicendomi che la vettura è dotata di un sensore che blocca il circuito elettrico proprio per evitare guasti ben più gravi. Il 13-10-2008 il primo intervento per sostituzione del radiatore bucato ovviamente intervento in garanzia ad una mia precisa domanda sull’integrità del motore mi veniva risposto ancora che la vettura è dotata di sensori proprio per limitare i danni al motore .

Il 6-2-2009 a 5990 km altro piccolo inconveniente (sostituzione del gruppo termostato completo in quanto presentava una crepa sul corpo stesso). Successivamente in occasione di un viaggio in Calabria lamentavo analogo problema  manifestato dall’inizio il motore saliva di temperatura con conseguente illuminazione del quadro strumenti e cicalino di avviso. Sosta obbligata dopo breve tempo la vettura ripartiva e cautamente sono arrivato a destinazione. Il giorno successivo mi recavo presso la concessionaria Ford Vumbaca di Locri a cui facevo notare che avevo dovuto aggiungere circa 2 litri di acqua nel radiatore e chiedevo spiegazioni in merito. La vettura veniva trattenuta  per controlli del caso. Al pomeriggio mi veniva riferito dal responsabile dell’officina che la vettura non presentava nessun problema e mi invitava una volta rientrato a Milano a portare la vettura in concessionaria per un controllo più approfondito. Durante il viaggio di ritorno la temperatura si è innalzata alcune volte cosicchè, dopo aver contattato la concessionaria Ablondi  per  un consiglio decidevo di chiamare il servizio Pronto Ford che mi segnalava  la concessionaria Alfano Motors di Battipaglia. Dopo una sommaria occhiata mi si chiedeva di lasciare l’auto in riparazione presso la concessionaria. A questo punto cominciano i problemi per l’auto sostitutiva a cui come da contratto e ampiamente reclamizzato in sede di acquisto ho diritto.

Dopo aver ripetutamente chiamato il fantomatico servizio Ford Italia di Roma scopro che l’auto sostitutiva non mi spetta in quanto non sono possessore di Carta di Credito, intanto il tempo passa invano aspettando una telefonata dal Servizio Ford che non arriva. All’alba delle 19 finalmente si fa vivo detto servizio che mi riferisce che a quell’ora gli autonoleggi erano già chiusi e l’unica possibilità trovata era presso l’aereoporto di Capodichino , aggiungevano inoltre che gli autonoleggi chiedevano una prenotazione di almeno 2/3 giorni anticipati. Abbastanza incavolato decido di proseguire in direzione Milano con la raccomandazione da parte del capo officina di procedere ad andatura tranquilla rabboccatomi il radiatore alle 19,30 ripartivo per Milano ove giungevo verso le 7 del giorno successivo. Il tempo di una doccia e mi recavo presso la concessionaria Ablondi che trattenevano la vettura senza tanto per restare in tema fornire l’auto sostitutiva. Veniva diagnosticata la rottura del radiatore EGR questo il 20-07-2009 a 15900 km. Sostituito il radiatore sono finalmente dopo una settimana partito per le ferie rassicurato che non vi era alcun problema. Cosi non è stato; ancora il benedetto cicalino che avvisa alta temperatura del motore una sola volta poi misteriosamente è sparito. Al rientro ho portato la vettura sempre da Ford Ablondi per il 1 tagliando con controllo generale cambi olio filtri ecc. per il problema del surriscaldamento del motore mi è stato riferito che avrei dovuto sostituire il liquido e relativa vaschetta più avanti dopo che il liquido per lavare l’impianto di raffreddamento avesse agito. Questo accadeva ll 4-09-2009. L’ 8-9-2009 la vettura veniva rimorchiata con un carro attrezzi presso la concessionaria Ford Ablondi ove è tutt’ora ricoverata. Diagnosi GUARNIZIONE DELLA TESTA BRUCIATA e conseguente INCRINATURA del MONOBLOCCO. Tengo a precisare che il mezzo di soccorso NON ERA del SERVIZI FORD ma della mia assicurazione.

Le sorprese non sono finite la Ford Italia ha stabilito che il danno NON SIA PASSIBILE DI GARANZIA scaricando la pratica alla concessionaria Ablondi, che si è premurata di farmi una bella proposta : ritirarmi la vettura in oggetto con una valutazione a dir poco ridicola offrendomi una vettura uguale nuova e una differenza di € 10.000.

In attesa di un v/s cortese cenno di riscontro vi saluto cordialmente.

Carlo Brambilla - Tel. 348-7121216 Milano


PROBLEMI INFINITI CON UNA RENAULT "MEGANE" 1.6 USATA CON UN ANNO DI GARANZIA

Buonasera a tutti. L'8 giugno 2009 ho acquistato presso il concessionario Renault Fiori di via della Maglianella una Megane 1.6 benzina 16 v. del 2003.
Tre mesi dopo l'acquisto (ovviamente con la garanzia di un anno da parte del concessionario!!), porto l'auto al servizio assistenza perchè presenta dei problemi nell'avviamento (il motorino dell'accensione gratta in modo assurdo!). All'assistenza mi viene detto che sicuramente si tratta del variatore dell'accensione che va sostituito e mi fanno presente che il costo del lavoro si aggira intorno ai 1.500 euro!! Io, rimasta basita dalla richiesta, faccio presente che la macchina è coperta dalla garanzia di un anno ma mi viene risposto che la LORO garanzia copre solamente i problemi al motore e al cambio (cosa che naturalmente avevano omesso di dire al momento dell'acquisto!).

Inizia un tira e molla con l'assistenza perchè, naturalmente, mi rifiuto di pagare una cifra del genere per un auto che, seppur usata, io possiedo da solamente tre mesi. Evidentemente poi, non hanno la coscienza proprio pulita perchè mi dicono che possiamo metterci d'accordo e mi chiedono 800 euro; altro mio rifiuto. Poi mi dicono che vogliono proprio venirmi incontro e scendono a 500 euro; nuovamente mi rifiuto. Alla fine, per potermi riappropriare della mia auto, sono costretta a cedere e ci accordiamo per la cifra di 300 euro. Fatto sta che si tengono la macchina per una decina di giorni.
Al momento del ritiro (e dopo aver pagato), mi accorgo che sia i fari di posizione che gli anabbaglianti rimangono stranamente accesi e non c'è modo di spegnerli. Faccio notare la cosa al capo officina che non sa che cosa dirmi e mi chiede di poter trattenere l'auto ancora per un giorno in modo tale da farla controllare dall'elettrauto per capire il problema. Per farla breve, si tengono la macchina per un'altra settimana e mi dicono che un filo (non sanno nemmeno loro dirmi quale!) era la causa del corto circuito che causava l'accensione fissa dei fari e che c'era stato il rischio addirittura di un incendio della centralina!! Comunque, questa volta mi rifiuto categoricamente di pagare e mi porto via la macchina. Voglio far notare che nel caso del variatore, mi era stato rilasciato il classico tabulato con tutti i lavori eseguiti ed il relativo costo; nel caso del guasto elettrico invece, non mi hanno dato assolutamente nulla!

Dopo circa una settimana, la macchina comincia a spegnersi, non tiene il minimo e cammina singhiozzando. Riporto nuovamente l'auto all'assistenza e mi dicono che si tratta di un "sensore" sporco che causa il problema. Stavolta mi chiedono solamente circa 250 euro! Ricomincia la battaglia; io mi rifiuto, loro scendono di prezzo e ci accordiamo per il pagamento solo della mano d'opera, e cioè 63 euro. Anche in questo caso, dopo aver pagato, mi rilasciano il famoso tabulato con la descrizione dei lavori. Vorrei tanto che fosse finita quì, ma purtroppo questa mattina la macchina ha ricominciato a spegnersi, non tenere il minimo, etc. etc. Per acquistare questa macchina usata (non potendomi permettere l'acquisto di un'auto nuova), ho stipulato una finanziaria della durata di tre anni; sinceramente parlando, mi sento TRUFFATA!! Qualcuno di voi, può cortesemente suggerirmi come mi devo comportare? Dare il via ad un'azione legale? Si può rescindere dal contratto e pretendere la restituzione del denaro o un risarcimento? Ringrazio anticipatamente tutti coloro che sapranno aiutarmi!! 

Elena Bianchi Fasani - Roma - Tel. 347 4605897    E mail: elena.bf@tiscal.it


PROBLEMI DI GARANZIA ED ASSISTENZA CON UNA "CITROEN C4"

Buongiorno, la presente per segnalare la mia odissea con la gestione di una riparazione ad una settimana dalla scadenza della garanzia, oltre al danno la beffa.... e dire che esiste un decreto che dovrebbe tutelarmi, io la raccomandata l'ho inviata ma ho comunque dovuto pagare (dovendo utilizzare l'auto non potevo rifiutarmi e intraprendere nel frattempo nessuna azione) 

 (DECRETO LEGISLATIVO 6 settembre 2005, n.206 (Codice del consumo, a norma dell'articolo 7 della legge 29 luglio 2003, n. 229), la validita’ della garanzia, in caso di guasto, ha validita’ di ulteriori 2 mesi (60 giorni) oltre la scadenza semplicemente inviando una raccomandata entro il periodo)

Chiedo quindi il Vostro aiuto e rimango in attesa di eventuali indicazioni su come muovermi ora.

Grazie. Roberto Fava - Tel.3480078890

From: Robby

Sent: Saturday, February 20, 2010 12:45 PM

Subject: Fw: Richiesta verifica e riparazione in garanzia (scaduta da 7 giorni) [ID THREAD:1789310].

 

Buongiorno, riprendo la mia prima segnalazione per permettervi di avere, in un unica mail il riassunto "delle puntate precedenti".

come comunicatoVi telefonicamente ieri e nella mia precedente mail,prima dell'intervento in officina di giovedi mi ritenevo parzialmente soddisfatto delle indicazioni che, l'ispettore citroen Italia aveva dato alla mia officina di riferimento:

Il pezzo lo sostituiamo gratuitamente pero' la manodopera e' a suo carico, preventivo di spesa (a mia richiesta) 200/250 euro... comunque tanti Visto che esiste un decreto (riferimento allegato) che dovrebbe tutelarmi maggiormente

 (DECRETO LEGISLATIVO 6 settembre 2005, n.206 (Codice del consumo, a norma dell'articolo 7 della legge 29 luglio 2003, n. 229), la validita’ della garanzia, in caso di guasto, ha validita’ di ulteriori 2 mesi (60 giorni) oltre la scadenza semplicemente inviando una raccomandata entro il periodo)

Al ritiro dell'auto la spesa e' salita a 530 euro e al mio commento in merito a quanto indicatomi precedentemente mi e' stato risposto un secco "Ha capito male lei"

Purtroppo dell'auto ne avevo bisogno in quanto la utilizzo per recarmi quotidianamente al lavoro e, come la legge italiana prevede, senza pagare la riparazione non potevo ritirare l'auto (In questo caso Citroen e' conforme alla legge, in merito alla mia segnalazione NO!) Ho quindi pagato e me ne sono uscito.

NOTA DI COLORE, nel rientro a l'auto mi ha costretto a fermarmi perche' , come comunicatomi dalla concessionaria a mio contatto, probabilmente si erano dimenticati di completare l'operazione di spurgo e rabbocco del circuito di refrigerazione e mi sono ritrovato con l'acqua in ebollizione.... Non commento ma ritengo sia uno scandalo!!!!!

Ho dovuto attendere un ora l'arrivo dei tecnici citroen, sotto il diluvio, per permettere loro di completare, in strada, la riparazione... ripeto oltre 500 euro per questo servizio.

Ricordo che, l'auto immatricolata il 14 Dicembre 2004 e' stata acquista con estensione di garanzia a 5 anni e, forse perche' la primissima serie, mi ha dato parecchi problemi in questi anni (sempre gestiti in garanzia) per questo, a maggior ragione, citroen italia per SOLI 7 gg di ritardo nella segnalazione dell'anomalia, mi nega la riparazione screditando tutta la fedelta' che avevo acquisito in questi anni sul marchio, il mio ritardo nella segnalazione e' sicuramente stato dovuto dal fatto che, essendo tanto impegnato sul lavoro ho contattato la concessionaria appena ho avuto la possibilita' di capire quanto potermi recare a fare la riparazione, sara' banale ma le officine non sono aperte il sabato e gli orari di riparazione/ritiro non sono compatibili con gli orari di molte attivita' aziendali ( io prima delle 20 non termino il lavoro e sono a casa esclusivamente il sabato e la domenica)

Cio' significa dover programmare giorni di ferie per recarmi presso la vostra concessionaria.

Vado ora ad elencare solo alcuni dei problemi che l'auto in oggetto mi ha dato in questi anni creandomi forti disagi e perdite di tempo:

  • Ammortizzatori posteriori da sostituire (previsto se non erro anche richiamo)

  • Malfunzionamento apertura vetro elettrico anteriore sinistro (due rientri: reset e successivamente sostituzione pulsante) Durante questo intervento mi e' stato rotto in officina il pulsante per la regolazione degli specchietti, sono dovuto tornare una terza volta per la sostituzione

  • Malfunzionamento regolatore di velocita' (2 interventi per risolvere la cosa sostituendo la seconda volta un sensore/pulsante sotto il pedale dell'acceleratore)

  • blocco apertura cofano, richiesta sostituzione cavo apertura cofano (riparazione non effettuata dal personale citroen), necessaria quindi intervento di carrozzeria -non ancora effettuato per problemi di tempo e organizzazione- comunque non previsto in garanzia perche'?? per il momento ho pagato solo il cavo

  • rottura braccetto dello sterzo sinistro (dopo mia segnalazione di rumore mi e' stato detto che si trattava di gomme consumate) durante un lavoro di routine, controllo pre partenza ferie, mi e' stata tenuta ferma l'auto una settimana (disagio comprensibile) perche' mi e' stato comunicato che stavo per perdere una ruota (luglio 2008)

  • rottura ulteriore braccetto sinistro dello sterzo (febbraio 2010) (vorrei capire la solidita' dell'auto stessa in quanto si, ho qualche km percorso ad oggi (165800) ma effettuando esclusivamente autostrada e non fuoristrada vorrei capire come mai due volte la rottura dello stesso (LA SECONDA VOLTA E' ACCADUTO IN AUTOSTRADA, RECUPERO E RIPARAZIONE DA PARTE DELL'ACI SPESA DI 400 EURO SOSTENUTA) risposta dell'officina a mia segnalazione di seconda rottura del braccetto/secondo problema allo sterzo mi e' stato risposto con sufficienza: purtroppo capita. Ma se il pezzo e' stato sostituito la prima volta a luglio 2008 ad oggi Febbraio 2010, non dovrebbe essere ancora in garanzia??

  • Problemi con spia ABS

  • Primo problema con climatizzatore, il lato sinistro non rispondeva alla regolazione di temperatura (sempre riscaldamento al massimo)

  • Infine, oggetto della segnalazione, necessaria sostituzione blocco condizionatore piu' modifiche (non specificate) che mi fanno capire forse difetto della serie da me acquistata?

  • Inoltre segnalo di aver eseguito 9 tagliandi, per una spesa media di 250 euro l'uno direi che il totale speso da me post acquisto non e' da ritenersi irrilevante.... Citroen per tenersi i buoni clienti e, dato il chilometraggio dell'auto sperare nell'acquisto di una nuova Citroen,

Chiedo, quindi, di essere contattato da un responsabile Citroen in merito alla legge da me menzionata piu' volte e pretendo un rimborso totale della riparazione (anche sotto forma di bonus per i prossimi tagliandi (visto che saranno imminenti), una diffida verso il concessionario Auto france (Autoluna srl) sita a Bologna in via del carrozzaio 2 cap 40127  e, naturalmente, un riscontro a breve termine in quanto, i prossimi step saranno:

  • Mi rivolgero' ad un avvocato di mia fiducia

  • Inviero' segnalazione all'associazione consumatori

  • Inviero' segnalazione a tutte le testate giornalistiche/automobilistiche maggiormente lette

  • Inviero' molti blog/siti del settore comparira' quanto da me lamentato

  • Varie ed eventuali....

Grazie anticipatamente

Roberto Fava

Tel. 02-4124-9535

Top Call Fax: +39 0497805114

Mobile: +39 3480078890

E-mail: roberto.fava@vodafone.com

E-mail: r.fava@vodafone.it

Sent: Wednesday, December 23, 2009 9:40 AM

Subject: Richiesta verifica e riparazione in garanzia (scaduta da 7 giorni)

 

Buongiorno,Come da mia segnalazione sul sito reinvio, come da vostra indicazione, via mail la segnalazione.

Contatto telefonico con richiesta assistenza in data 21/12/2009

Alla cortese attenzione del servizio clienti.

Riferimento alla concessionaria Autofrance (Autoluna srl) sita a Bologna in via del carrozzaio 2 cap 40127

La presente per richiedere la verifica e riparazione in garanzia della mia auto Citroen C4 Targata CS 490 SD anche se la garanzia ufficiale e’ scaduta il 14/12/2009.

Come da mio contatto telefonico odierno (21/12/2009) al servizio assistenza a mia richiesta di intervento in garanzia per il ripresentarsi di un guasto al sistema di riscaldamento interno (gia’ riparato in precedenza) mi e’ stato risposto che dato che sono passati 7 giorni dalla scadenza della garanzia non era possibile intervenire in garanzia e comunque fino all’11 di gennaio non era possibile ritirare l’ automobile.

Un primo appunto sulla qualita’ della gestione del serivizio clienti in fase di contatto telefonico, che nel caso specifico, oserei definire superficiale oltre che indisponibile e inproattivo:

Per avere conferma della data di scadenza della garanzia mi e’ stato detto che era impossibile in quanto necessario il numero di telaio dell’auto (non a mia portata di mano) solo dopo ulteriore richiesta e suggerimento di verifica tramite targa dell’auto (gia’ verificato in passato) mi e’ stata confermata la data di scadenza al 14 Dicembre (una settimana fa quindi).

Alla cortese richiesta di possibilita’ d’intervento in garanzia, essendo scaduta da solo 7 giorni la stessa e trattandosi del riverificarsi di un guasto gia’ accaduto, mi e’ stato risposto in modo folcloristico che non potendo parlare con un computer che gestisce le scadenze non si poteva fare nulla.

Probabilmente si tratta esclusivamente d’interlocutore errato/evento sfortunato in quanto solitamente la gestione e la relazione con la Vostra concessionaria e’ sempre stato positivo ed esaustivo,

Non so se sono io disinformato o l’impiegato che mi ha risposto ma da quello che so secondo il

DECRETO LEGISLATIVO 6 settembre 2005, n.206 (Codice del consumo, a norma dell'articolo 7 della legge 29 luglio 2003, n. 229), la validita’ della garanzia, in caso di guasto, ha validita’ di ulteriori 2 mesi (60 giorni) oltre la scadenza semplicemente inviando una raccomandata entro il periodo.

Per questo quindi Vi inoltro la segnalazione presente (anche per via raccomandata) convinto del fatto che, forse, una piu’ semplice e veloce gestione del cliente avrebbe evitato malumori e/o prezioso tempo sottratto alle attivita’ quotidiane di entrambe le parti.

Grazie anticipatamente per la cortese attenzione.

In fede - Roberto Fava.

Allego alla redazione di Spazio Motori inoltre, documento di riferimento in merito alla garanzia in Italia.


"TOYOTA YARIS" E PROBLEMI DI GARANZIA

BUONGIORNO,MI CHIAMO MAURIZIO TRANQUILLI,NATO A ROMA RESIDENTE AD ARDEA (RM) HO ACQUISTATO UNA TOYOTA YARIS NUOVA ANNO 2007 SETTEMBRE,DOPO RIPETUTI TAGLIANDI ALLA TOYOTA ,HO 107 MILA KM E DA UN MESE CIRCA LA MACCHINA  FISCHIA ,FATTA VEDERE ALLA TOYOTA MI HANNO DETTO CHE E' LA TURBINA  ROTTA, COSTO1500€, HO CHIESTO LA GARANZIA MI HANNO DETTO CHE HO SUPERATO 7 MILA KM QUINDI SCADUTA DEVE FARE ANCORA TRE ANNI,E' POSSIBILE SENTENDO ALTRI CONCESSIONARI CHE E' UN DIFETTO DI FABBRICA ,LA DEVO PAGARE IO? COME FUNZIONA REALMENTE LA GARANZIA?

GRAZIE  MAURIZIO - TEL 392-9593259 - E mail: gsi.milano@alice.it


PROBLEMI DI ASSISTENZA AD UN CLIENTE FIAT PER UN'ALFA "147" IN GARANZIA

Buongiorno, mi chiamo Bigliardi Ermanno e sono un cliente Fiat da svariati anni. Nel giugno del 2007 ho acquistato presso la Concessionaria Logica S.p.a. Di Borgosesia (Vc), una Alfa Romeo 147 1.9 jtdm 150cv blackline. Dopo circa un anno e mezzo ho cominciato a sentire un rumore nella parte anteriore, siccome me ne intendo abbastanza di meccanica non ho lasciato correre e l'ho portata subito in concessionaria per farla controllare. L'esito è stato negativo, la vettura secondo la concessionaria Logica era a posto e non faceva alcun rumore, perplesso ho fatto provare la macchina ad un mio amico esperto meccanico di professione e dopo aver percorso qualche chilometro mi disse che la vettura faceva rumore di cambio e differenziale e che secondo lui era da vedere. Il giorno dopo mi sono recato di nuovo alla concessionaria Logica ed ho fatto presente il tutto, loro hanno riprovato la vettura e mi hanno detto che il rumore proveniva dai pneumatici anteriori che erano rumorosi. Passarono circa 5 mesi e dopo aver cambiato tutti e 4 gli pneumatici notai subito che il rumore non scompariva ma si sentiva ancora di più, allora tornai alla concessionaria Logica e dopo aver fatto presente della sostituzione dei pneumatici vecchi con 4 yokohama c.drive feci ricontrollare la macchina, dopo un breve test su strada mi diedero appuntamento per portare la vettura a far sistemare e così feci. A lavoro eseguito e dopo aver fatto qualche chilometro con la vettura appena sistemata mi accorsi che il rumore c'era ancora, era il 11/05/2009, ho la fattura che indica un rumore di rotolamento e la conseguente sostituzione del mozzo ruota posteriore lato sinistro che non centrava nulla con il rumore nella parte anteriore. Molto arrabbiato tornai indietro e chiesi se mi stavano prendendo in giro e siccome stava per scadere la garanzia chiesi anche se stavano prendendo tempo per farmi saltare la stessa. Mi dissero che il rumore era causato dal cuscinetto della ruota posteriore sinistra e che lo avevano sostituito come da fattura, io risposi che il rumore c'era ancora e che ero molto amareggiato dalla situazione. A quel punto mi diedero un altro appuntamento per il giorno 19/05/2009 circa una settimana dopo. Aspettando di portare la vettura per l'ennesima volta, la feci provare ancora al mio meccanico di fiducia che sottolineò di nuovo il problema al cambio ed al differenziale e che per sistemare lo stesso la vettura andava smontata. Rincuorato mi son detto:”è la volta buona che me la mettono a posto visto che non sono stupido ed il rumore c'è veramente ed è da sistemare”. Passò la settimana e riportai la vettura in concessionaria Logica, mi fu restituita il giorno stesso alla sera e dopo averla ritirata, purtroppo il rumore, incredibile ma vero c'era ancora, la fattura del 20/05/2009 indica vibrazione lato destro e sostituzione supporto semiasse destro. A quel punto mi alterai e andai avanti a portare la macchina in officina fin che non è scaduta la garanzia e tanti saluti. Alla fine mi sono messo il cuore in pace, il rumore c'era ed ormai capii che me lo dovevo tenere. Passò l'estate e al mese di ottobre 2009 il rumore andava peggiorando così pensai che se comunque in concessionaria lo avevano riscontrato era giusto che erano loro che lo dovevano sistemare a loro spese perchè io la macchina l'ho pagata ed avevo diritto alla garanzia. Riportai così la vettura in concessionaria Logica a Borgosesia (Vc), il capo officina sig. Paolo Roncarolo con cui avevo litigato precedentemente non provò la vettura di persona ma la fece provare all'elettrauto della concessionaria il quale dopo averla provate, fece presente allo stesso sig. Roncarolo che la vettura effettivamente faceva molto rumore nella parte anteriore e che molto probabilmente si trattava del cambio o comunque di una parte meccanica importante, a quel punto parlai ancora con il sig. Roncarolo e gli dissi, bene quando la vettura era in garanzia il rumore non c'era ed ora che la garanzia è scaduta il rumore c'è? La sua risposta fu che era impossibile che non avevano riscontrato quel rumore e che non lo avevano gia messo a posto, nonostante io avevo il cervello che fumava dalla rabbia sono stato zitto e chiesi che cosa avevano intenzione di fare... mi diede così appuntamento per far sistemare la vettura ma quando dissi che cmq avrei voluto la riapertura della garanzia, dato che il rumore lo avevo già fatto presente prima che scadesse ed ho le fatture che lo testimoniano mi rispose senza mezze parole che erano problemi miei e che dovevo svegliarmi a far sistemare la vettura fin che era in garanzia, ebbi un enorme auto controllo quel giorno perchè pensando che avevo portato la vettura una decina di volte senza risolvere nulla e prima che scadesse la garanzia mi sono sentito troppo preso in giro e offeso, il sangue mi ribolliva dentro. Portai la vettura in concessionario circa una settimana dopo come da appuntamento, quando la andai a ritirare il capo officina il sig. Roncarolo mi disse che la vettura era a posto e che il rumore era di normale amministrazione, a quel punto mi arrabbiai, presi la porta e andai dal direttore il sig. Adriano Genova feci presente il tutto, alla fine quando uno ha ragione ha ragione, garanzia o non garanzia comunque la vettura era da sistemare, lui mi disse che avrebbe parlato con il capo officina e mi avrebbe richiamato. Intanto io chiamai anche il servizio clienti e raccontai tutta la storia. Il direttore non mi ha mai richiamato ed il servizio clienti mi fece contattare da una certa sig. Carbone che mi disse che aveva parlato con il capo officina Roncarolo e che la vettura era a posto. Non mi arresi, presi la mia alfa 147 e mi recai presso l'officina Rosso Motorsport officina autorizzata Alfa Romeo, il proprietario provo la mia macchina e mi disse che il rumore che io sentivo c'era e che era da sistemare, gli raccontai tutta la storia, lui fu molto gentile e per tagliare la testa al toro mi disse dato che la concessionaria Alfa Romeo di Vercelli era li vicino di portarla subito anche da loro e che se riscontravano il problema di avvisare subito il servizio clienti perchè la concessionaria Logica di Borgosesia mi stava prendendo in giro o comunque non volevano far vedere che il problema che avevo prima che scadesse la garanzia c'era veramente. Andai alla concessionaria Soluzione di Vercelli e feci provare la vettura, la provò il sig. Antonio Chiparo la quale dopo un accurato test mi disse che non erano ne pneumatici ne rumori comuni ma che era molto probabilmente un rumore di cambio o cuscinetto ed era da sistemare. A quel punto avevo il coltello dalla parte del manico, quando Concessionaria Logica diceva che la vettura era a posto, Rosso MotorSport e Concessionaria soluzione sostenevano il contrario, li pensai che allora il rumore c'è sempre stato anche quando la vettura era in garanzia e che l'incompetenza della Concessionaria Logica mi aveva portato a tutto questo. Chiamai subito il servizio clienti e feci presente il tutto, rimase sbalordita anche la Signorina che mi rispose al telefono, mi disse che avrebbe mandato subito avanti la pratica e che avrebbe anche assegnato il caso alla sig. Carbone che così avrebbe dovuto rispondere anche dell'errore commesso a credere solo alla versione del capo officina sig. Roncarolo e di non aver preso in considerazione nulla di quello che avevo detto io. E' passato ormai un mese da quella chiamata al servizio clienti, non ho ancora avuto nessuna risposta nonostante abbia fatto anche due solleciti il giorno 15 ed il giorno 24 febbraio 2009 cioè oggi. Sono convinto di avere tutte le ragioni ma stanno a mio avviso cercando di fare di tutto per non risolvere i miei problemi. Chiedo aiuto a voi per favore per risolvere questo grave disservizio, volevo rivolgermi anche ad un avvocato e vorrei che questo che ho appena scritto sia pubblicato come articolo o poter venire in televisione, ho tanti testimoni che possono confermare quanto scritto sopratutto la RossoMotor Sport ed il mio meccanico di fiducia che mi ha seguito fin dall'inizio.
Colgo l'occasione per porgere distinti saluti e ringrazio anticipatamente per una eventuale risposta e presa in considerazione del mio grosso problema. Bigliardi Ermanno - Quarona S. (Vc) - Cel. 348-0881850 - E mail: marcolino0584@alice.it


CLIENTE FORD DELUSO DALLA NUOVA "KA"

In data 04.02.2010,il sistema di climatizzazione (caldo-freddo) della mia “FORD KA TDCI”immatricolata nel Gennaio 2009,smetteva di funzionare. Mi rivolgevo,quindi,alla FORD FASANO SPA,concessionaria in Salerno,i cui tecnici riscontravano la necessità di procedere alla sostituzione della “ventola di convogliamento”,irrimediabilmente bruciata e non riparabile. In mancanza del ricambio e tenuto conto del grave disagio procurato dall’inconveniente manifestatosi (totale appannamento delle vetrature) la mia “KA”veniva ricoverata in officina ed,al contempo mi veniva consegnata (non prima di aver vivamente protestato) una vettura sostitutiva (KA a benzina vecchio modello) con la promessa di procedere celermente alle riparazioni del caso.

Alla data odierna (mar. 2010),la mia KA TDCI soggiorna ancora tra le mura del Concessionario,in quanto il ricambio non è stato ancora reperito!!!!!!Tale stato di fatto pregiudica in maniera rilevante la mia attività lavorativa,visti gli elevati costi di gestione del veicolo sostitutivo,marciante a benzina e decisamente “assetato”.

In proposito trovo certamente discutibile il servizio post-vendita offertomi dalla FORD,che mi costringe a patire,sotto il profilo economico,la “letargia”della Rete Ricambi e la non disponibilità di veicoli a gasolio del Concessionario di zona. La scarsa reperibilità dei ricambi,gli interventi non tempestivi e l’impossibilità di ottenere una adeguata auto sostitutiva sono legati molto probabilmente,alla piattaforma utilizzata per il progetto”NEW KA”.

Indipendentemente dal guasto riferito,la qualità generale della nuova KA appare molto lontana dallo standard FORD,a cui in precedenza ero abituata. Probabilmente la Joint Venture,che vede come alleata(….o complice????????)la casa Torinese,ha comportato,in una logica di abbattimento programmato dei costi,noie e problematiche sconosciute alla clientela storica della casa Tedesca.

Mi auguro che quanto innanzi riferito possa essere oggetto di una riflessione da parte di riviste Leader,alle quali indirizzo la presente. Certa di un Vs/gradito riscontro,ringrazio anticipatamente tutti gli staff giornalistici delle testate a cui mi rivolgo.

Maria Antonietta De Luca - SALERNO E mail: mariantoniettadeluca@alice.it


FORD "C-MAX": PROBLEMI CON IL SERVOSTERZO E CON L'ASSISTENZA

In data 19 dicembre 2009 presso la concessionaria Varco di Milano ho ritirato una Ford C-MAX con impianto a gas. Il giorno 13 gennaio 2010 alle ore 14,00 mi si fermava per un guasto al servosterzo in zona Monza, e la macchina viene portata presso il centro Ford più vicino a Lissone. Dalle ore 15,00 inizia il calvario .... non si trova una macchina in sostituzione , dopo varie ore mi si comunica che è disponibile, con presentazione carta di credito, presso l'aereoporto di Malpensa, chiaramente rifiuto l'offerta e chiedo  di averla a disposizione in luogo più accessibile da dove mi trovo. Dopo decine di telefonate a vuoto decido alle ore 21 di tornare a casa con un taxi spendendo 52 euro. La macchina mi viene ridata dopo circa 7 gg ,la sera la ritiro, la mattina si ripresenta l'identico problema .... questa volta viene portata presso un centro Ford di Saronno, dove trovo una macchina sostitutiva , una fiesta diesel con una cauzione di 1.000,00 , leggesi mille , euro. Oggi 12 gennaio non so più nulla, l'officina mi dice che sta aspettando un ricambio che deve arrivare da Colonia poichè in Italia non c'è ....... 

Tralascio le varie arrabbiature , le prese in giro, i problemi di spostare appuntamenti di lavoro, giornate perse  etc etc     ...

 Segnalo la completa assenza della Varco , quando interpellata mi dice di portare col carro attrezzi la macchina presso di loro a Milano ... costo intorno ai 200,00 euro e il capo responsabile delle vendite è stato capace solo di dirmi che cercava di farmi fare uno sconto .... Segnalo che ai signori della Varco, oltre alla C-MAX, nello stesso periodo ho acquistato anche una Fiesta Titanium che è in consegna in questi giorni ..... Probabilmente sono abituati a seguire solo clienti che spendono molto di più dei quasi 50.000,00 euro che ho speso io .... segnalo che le uniche persone gentili sono quelle del centro reclami Ford di Roma, in particolare la Signorina Sposato, che si sono attivati in tutti i modi per aiutarmi, mentre quelli del Numero Verde si sono dimostrati molto inefficienti e qualche volta maleducati, arrivando al punto, quando gli facevo presente che tutto era dovuto ad un guasto loro, di dirmi che loro mica erano la Ford ..... Vorrei solo segnalare inoltre che se non avete una carta di credito non avrete MAI una macchina in sostituzione.

Grazie per l'attenzione e Vi terrò aggiornati ... ormai ho dovuto gestire il tutto con un avvocato.

Dario Zappatore - Maddalena Tessadori - E mail:d.zappatore@prospect.it


GARANZIA NEGATA AD UNA "ZAFIRA" DA UN RIPARATORE OPEL

Spett.le Redazione, quale proprietario di un' Opel Zafira ancora in garanzia con alcuni difetti di fabbrica al momento non risolti, sono veramente nauseato dell'Opel e della sua rete di riparatori autorizzati e più precisamente dell'officina autorizzata Comauto di Imperia che dapprima mi ha rimandato l'appuntamento con scuse banali cercando di convincermi di rivolgermi al concessionario di Genova dove l'avevo acquistata nel luglio 2008  e per ultimo mi ha vietato tassativamente l'accesso in officina per lavori da eseguirsi in garanzia in quanto, da dichiarazione telefonica avuta dal personale della Comauto, loro effettuerebbero lavori in garanzia solo ed esclusivamente su automezzi venduti da loro.

Ritengo tale comportamento assolutamente scorretto. Pare che sia una situazione comune a tutte le marche.

Il bello è che sul certificato di garanzia c'è scritto "questo documento le dà diritto ad incaricare qualsiasi Riparatore Autorizzato Opel in tutta Europa per effettuare gli interventi previsti in garanzia"

Sarebbe indispensabile che vengano eliminati siffatti comportamenti ed avviata un'istruttoria da parte delle autorità.

Grazie cordiali saluti. MOSCA MARCO - 17100 SAVONA - E mail: thenax@email.it


SEAT "IBIZA" 1.6 TDI: KO DOPO SOLI 2500 KM!

Salve ,vi racconto in poche righe la mia dissavventura con il debutto del common rail Seat. A novembre ho acquistato la nuova Seat ibiza common rail 1.6 TDI 90 CV.

Il debutto a dir il vero non è stato male, motore brillante, consumi buoni, dopo due mesi e precisamente a gennaio vado in Puglia, parto da Bologna e faccio circa 600Km.

Appena varco il casello autostradale, alle 22 di sera, l'auto in marcia si spegne improvvisamente e non riparte più. Il giorno dopo la porto in una concessionaria Seat in Puglia dove impiegano due giorni per fare la diagnosi e alla fine scopro che bisogna sostituire la valvola di pressione della pompa di iniezione gasolio,il ricambio viene ordinato e il meccanico dell'autofficina mi dice che in una settimana riavrò l'auto. Io intanto rientro a Bologna, ovviamente a mie spese, in treno, e solo con parte dei miei bagagli. Passata una settimana chiamo l'autofficina in Puglia e scopro che il ricambio non solo non era  ancora arrivato ma risultava in giacenza zero presso il magazzino centrale della Volkswagen di Verona.Ovviamente niente auto sostitutiva e ancora oggi aspetto di riavere la mia auto.

Non comprate una Seat, consiglio da amico!!

E mail: giuseppe.muscaritolo@alice.it


ODISSEA DI UNA TOYOTA "RAV 4"

Per esigenze legate all’utilizzo su strade di montagna specialmente nel periodo invernale ho acquistato nel marzo del 2009 una Toyota Rav 4 Crossover 2.2 D-cat 177 cv Luxury dalla Concessionaria Toyota Autoellisse di Pistoia , ho dotato l’auto di sensori di parcheggio posteriori montati after market dal Concessionario e di un set di gomme termiche da utilizzare durante l’inverno visto che l’auto era dotata di gomme stradali Run Flat ;

premesso quanto sopra desidero portare a conoscenza di cod. spett. rivista quanto mi è accaduto.

Immediatamente dopo la consegna è stato necessario riverniciare i sensori di parcheggio in quanto al primo lavaggio dell’auto hanno perduto  la verniciatura , dopo circa due settimane si sono manifestati problemi in fase di messa in moto, il motorino a volte insisteva molto prima di riuscire a far partire il motore e a volte il motore partiva zoppicando , dopo oltre due mesi e tre soste in officina si individuava il problema nella pompa di iniezione che veniva sostituita , ripresa l’auto il problema non era stato risolto anche se si manifestava con meno frequenza di prima , nel frattempo si erano evidenziate forti vibrazioni all’anteriore in fase di frenata , l’intervento fatto in officina era consistito (l’ho saputo dopo) nel rettificare i dischi ( la macchina è nuova ) , ripresa l’auto permanevano i problemi in fase di accensione , dopo un consulto in officina , con il Concessionario e con un ispettore Toyota e le mie lamentele sul fatto che era più il tempo che avevo viaggiato con l’auto sostitutiva  che con la mia e che se mi fosse servita una utilitaria l’avrei comprata invece di acquistare una fuoristrada , mi viene fornita una Rav 4 come auto sostitutiva , dopo circa un mese vengo informato che il problema è stato risolto e in occasione del ritiro del’auto mi vengono fatti vedere i pezzi sostituiti e cioè la testata del motore e gli iniettori (i pezzi a detta del meccanico responsabile di officina presentavano ruggine nel punto in cui gli iniettori erano inseriti nella testata e ciò provocava i malfunzionamenti); riprendo l’auto e il problema pare effettivamente risolto ; dopo pochi km si ripresentano le vibrazioni in frenata , nuovo intervento in officina e sostituzione dei dischi freno anteriori , riprendo l’auto dopo poco si guasta l’impianto stereo e il display sul cruscotto , nuovo intervento in officina e sostituzione , riprendo l’auto e tutto pare normale se non che , circa tre settimane dopo , in autostrada , a circa 100 Km/ora avverto un calo di potenza improvviso seguito dall’accensione in sequenza delle spie del motore , dell’impianto VSC di controllo della stabilità del veicolo e  del sistema 4x4 , mi fermo e vedo uscire molto fumo dallo scarico , spengo il motore e sul manuale verifico il da fare , non essendo previsto il fermo del veicolo ma solo di recarsi in officina , riprendo il viaggio con le spie accese e con il motore che non risponde all’acceleratore normalmente, strattona e con molto fumo allo scarico , nuovo intervento in officina con consulto preliminare con l’ispettore , dopo dieci giorni mi viene resa l’auto diagnosi del problema “si è inspiegabilmente riempito il filtro DPF” testuali parole del meccanico , niente mi viene riferito circa le anomalie segnalate al sistema di controllo di stabilità VSC e al sistema 4x4  se non che l’accensione delle spie era conseguenza del problema al motore , visto quanto sopra e perduta fiducia nell’efficienza dell’auto mi limito ad usarla in percorsi brevi e vicino casa , mia figlia , per un viaggio in Svizzera per una settimana bianca , non l’ha voluta utilizzare per non rischiare , ultima chicca non abbiamo potuto montare le gomme termiche dal nostro gommaio di fiducia , come facciamo da venti anni all’approssimarsi della stagione invernale ; motivo: le gomme Ran Flat di primo equipaggiamento possono essere smontate solo in officina Toyota che per il solo cambio gomme (gomme da loro fornite quando ho acquistato l’auto) ha preteso  €. 154,00.

Lascio a voi ogni considerazione su quanto accaduto evidenziando però anche che l’auto ha un costo di oltre €. 35.000 , che in fase di acquisto non mi è stato comunicato che era già in arrivo un restyling , l’ho saputo da solo e dopo le mie rimostranze ci siamo accordati su uno sconto , che le dotazioni comprendono il Bluetooth applicato in modo posticcio e con fili in vista , che nessuno mi aveva informato sulle problematiche relative alle gomme Run Flat e mai avrei pensato di avere tutti questi problemi da una Toyota .

Colgo l’occasione per porgere i più cordiali saluti e complimenti per la rivista.

Roberto Gonfiotti - Montecatini Terme (PT) Tel. 337 69408- E mail: gescomarine@email.it


SEAT LEON 1.9 TDI: DELUSIONE PER SCARSA ASSISTENZA

Salve a tutti, a marzo 2009 ho acquistato una Seat Leon 1900 tdi stylance 105cv 77kw. Dopo circa una settimana mi sono accorto che dentro l' abitacolo si sentiva un fischio a veicolo in movimento, percio ho deciso di portarla all'assistenza Seat di Arezzo (dove abito), da qui è iniziato il caos. Ho dovuto portarla ben 4 volte all'assistenza di Arezzo, rimanendo senza auto sostitutiva per circa 15 giorni in totale, dopo di che la seat mi ha chiuso la porta in faccia. a quel punto ho pensato di portarla nel centro assistenza di Perugia, che è da dove proveniva l'auto al momento che l'ho comprata e consegnandola all'assistenza il 26/10/2009. Mettendo da parte che l'ho dovuta portare ad 80 km da dove abito, ed in più mettere un legale, oggi al giorno 2/12/2009 non ho ancora la mia auto ed in più non ho avuto un'auto sostitutiva gratuita, mettendomi in disagio con i miei impegni lavorativi e non solo....la Seat mi ha totalmente chiuso la porta in faccia ed in più sono stato TRUFFATO DALLA SEAT, per il semplice fatto che ho pagato 22000 euro per avere un auto con vizi....spero che la vostra mail sia di aiuto.
Distinti saluti. Fabbrini Mirko, Arezzo - Tel. 336 4587173 - E mail: mirkoqu81@hotmail.it


LANCIA DELTA 1600 Multijet ORO: prende fuoco spontaneamente

Gentile Lancia, ho acquistato nel mese di gennaio 2009 una LANCIA DELTA 1600 jtd ORO , e dopo 9951 Km  la stessa ha preso fuoco spontaneamente mentre mi recavo in visita alla fiera del levante domenica 20 settembre 2009 alle ore 14:40.

Dopo aver a mie spese portato l’auto c/o un Vostro concessionario SIDAM Trani per far effettuare le perizie ben due, ad oggi 20 Novembre a 2 mesi dalla disavventura mi ritrovo senza auto, senza risposta circa l’esito delle perizie e senza auto sostitutiva come peraltro decantatomi all’acquisto del mezzo.

Mi chiedo e Vi chiedo se questo è “customer care o pardon  assistenza clienti”.

UN DELUSO ED ARRABBIATO EX CLIENTE LANCIA.

Giuseppe Rizzi - Barletta - Cel. 340 304303  E-mail: g.rizzi@innova.puglia.it


362,62 EURO PER SOSTITUIRE UNA BATTERIA AD UNA BMW 530!

Buongiorno, Vi scrivo due righe di informazione di quanto mi è capitato portando la mia vettura una BMW 530 XD presso l’officina di BMW MILANO San Donato Milanese.
Il giorno 9 novembre c.a. porto la vettura in officina per un problema alla batteria, mi viene accettata, riparata in meno di un’ora anche se il capo officina cercava qualche scusa per non ripararmela subito, ma il bello arriva al momento del conto, cioè per sostituire SOLO la batteria mi è stato chiesto la bellezza di 362,62 € inoltre vi dico che possiedo uno sconto del 20% sul materiale per il lavoro da me svolto (NCC), la vettura in questione è stata immatricolata da loro il 29 maggio 2008 (ancora in garanzia), mi chiedo se è possibile pagare oltre 750.000 lire (vecchio conio) per la sostituzione della batteria, a me sembra un po’ eccessivo.
Spero che questa e-mail venga pubblicata per salvare il portafoglio di qualche altro possessore BMW.
L’occasione è gradita per porgere distinti saluti.
RIZZI ANDREA ANTONIO - VIA PIAVE 64 - 20020 CESATE MILANO - TEL. 349 0875526 - EMAIL: autonoleggiorizzi@alice.it


OPEL ZAFIRA ALLUVIONATA

Salve, sono il sig. Bosco Francesco di Benevento.

A luglio di quest'anno ho' acquistato una Opel Zafira 1.9tdi del 2006 dal concessionario AUTOLUCESRL DI MONTEFORTE IRPINO,AV. ho pagato l'auto in contanti regolarmente e il venditore mi ha dato anche un anno di garanzia. Dopo qualche giorno mi reco dal mio elettrauto a Benevento per problemi alle trombe che non suonavano bene. Una volta alzata l'auto sul ponte, l'elettrauto mi fa notare che le trombe non funzionavano per via del carterino motore che mancava ed il sottoparaurti che non era presente e per causa dello stesso si sarebbero rovinate anche le trombe nuove. Così' contatto il venditore e mi dice che avrei dovuto chiamare la settimana prossima.

I problemi non sono finiti, anzi ho' avuto un trauma: dopo un mese, la cassa del pannello anteriore comincia a dare fastidio in quanto era sfondata gia dall'acquisto. Mi reco di nuovo dal mio elettrauto,anche perche non mi conveniva andare fino ad Avellino per una cassa e smontato il pannello anteriore esce la cassa mezza affogata di fango. Togliendo la protezione di plastica dell'altoparlante nello sportello circa 10 centimetri di fango. Praticamente da li' si nota che l'auto era stata alluvionata. Con il freddo accendendo l'aria calda e posizionata sul parabrezza, si vede la fuori uscita del fango in piccole scagliette. Comunque ho provato a contattare la settimana scorsa il venditore e le parole sempre le stesse: chiamate la settimana prossima. Questa lettera e' solo l'inizio. Ho chiesto di pubblicarla in quanto voglio mettere al corrente che esistono venditori truffatori su questo pianeta, tipo AUTOLUCESRL di Monteforte Irpino, AV. PER QUALSIASI DOMANDA E mail: FRENKBOSCO@LIBERO.IT


PROBLEMI IRRISOLTI AD UNA DODGE NITRO CRD 2.8 SXT

SALVE SONO IL SIGNOR MAZZA VITTORIO NATO A TORINO IL 02- 10 -1968 RESIDENTE IN LEINI(TO) VIA........... CAP 10040. LA MACCHINA E INTESTATA ALL’AZIENDA HAIR MANIA DI MAZZA VITTORIO, Via..........SETTIMO T.SE(TO)  CAP 10036 TEL.0118012433 CEL. 3494659466

VI PREGO DI  PUBBLICARE QUESTO INSERTO.

HO UNA DODGE NITRO CRD 2.8 SXT PAGATA UN SACCO DI SOLDI DA (AUTOSTAR DI UDINE )E DEL 03/2008 KM 29000 (USO LAVORO) VI SPIEGO IL PROBLEMA: DA QUANDO HO ACQUISTATO L’AUTO HO AVUTO SEMPRE PROBLEMI AL CAMBIO AUTOMATICO NELLE RAMPE QUINDI DISCESA E SALITA IL CAMBIO IN P SI IN PUNTA E NON RIESCO + A CAMBIARE QUINDI NON VA NE IN D NE IN R DOPO UN PO DI VOLTE SFORZANDO RIESCO A INSERIRE LE MARCE MA DA UNA BOTTA AL MOTORE SENTENDO UN RUMORACCIO IN + HA UNA PERDITA D’ OLIO DEL CAMBIO CHE NON RIESCONO A RIPARARE PERCHE E' LA QUINTA VOLTA CHE LA PORTO IN OFFICINA (SEVEN MOTORS) DI  SAN MAURO TORINESE  PERDENDO GIORNI LAVORATIVI, RIMANE TUTTE LE VOLTE CIRCA 2/3 GIORNI, QUINDI SONO SEMPRE SENZA AUTO. RIPARATA DETTO DA LORO  DICENDOMI TUTTE LE VOLTE CHE L’AUTO ERA A POSTO MA DOPO UN PO' DI GIORNI L’AUTO AVEVA SEMPRE LA PERDITA D’ OLIO POI UN GIORNO SI ERA BLOCCATA IN PRIMA MARCIA ALLORA HO CHIAMATO IL CARRO ATTREZZI LA PORTANO IN OFFICINA ED ERA IL MODULATORE NON FUNZIONANTE. MI DANNO L’AUTO E…. IL 04/08/2009 NATURALMENTE PRIMA DELLE VACANZE DI NUOVO LA PERDITA D’ OLIO. CHIAMO IL NUMERO D’INTERVENTO MI DICONO DI NON USARLA.. DI NUOVO IL CARRO ATTREZZI E LA PORTANO DA SPAZIO TRENDY TORINO.

IL 31/08/2009 RITIRO L’AUTO… E PER ADESSO NON HA PERDITE D’ OLIO MA IL CAMBIO CONTINUA AD AVERE LO STESSO PROBLEMA. L’OFFICINA SPAZIO TRENDY INSIEME A ME RICHIEDONO DI SOSTITUIRE IL CAMBIO AUTOMATICO, RISPOSTA DALLA CHRYSLER SIA A ME CHE ALL’OFFICINA CHE IL CAMBIO DELLA NITRO E FATTO COSI’ QUINDI SECONDO LORO E' NEGLI STANDARD, NEL FRATTEMPO HO PROVATO VARIE AUTO CON IL CAMBIO AUTOMATICO E NON FANNO ASSOLUTAMENTE QUELL’INCOVENIENTE. PROVO A SENTIRE ANCHE L’OFFICINA DI AUTOSTAR DI UDINE E ANCHE LORO MI DICONO CHE LA NITRO NON DEVE AVERE QUEL DIFETTO SONO STUFO E SCONTENTO DI QUESTA AUTO, PECCATO PERCHE HO AVUTO LA CALIBER E MI ERO TROVATO BENISSIMO .(ARRABBIATO). Vittorio Mazza - Settimo Torinese - E mail: vikmania@libero.it


Jaquar XF 3000: DIFETTI IMPIANTO CLIMATIZZAZIONE

Nell’agosto 2008 ho sostituito la mia autovettura Jaquar S Type con la nuova XF 3000 a benzina. Dopo pochi giorni dal ritiro della macchina mi sono accorto che vi era un difetto nell’impianto di climatizzazione ; infatti nei giorni caldi d’agosto, circa 38°, con l’aria condizionata inserita in automatico dalle bocchette posteriori invece di uscire aria fredda, veniva fuori aria calda.

Mi sono lamentato con il concessionario Jauto di Roma il quale mi ha consigliato di portare l’autovettura in officina. Ho seguito il consiglio, ma il collaudatore mi ha detto che non poteva farci nulla perché era un difetto di fabbricazione e la Jaguar stava studiando come risolverlo.

Purtroppo subito dopo ho dovuto constatare che nei mesi freddi dalle bocchette posteriori invece di venir fuori aria calda veniva fuori solo aria fredda. Di nuovo ha fatto un reclamo sia alla Concessionaria che alla Jaguar Italia. Mi hanno fatto riportare la macchina in officina ove l’hanno tenuta parcheggiata 15 giorni e me l’hanno restituita nelle stesse condizioni.

Ho interpellato in quest’anno diverse volte il Call Center della Jaguar Italia ( centro relazione clienti)il quale  mi ha sempre risposto che sono al corrente del difetto delle autovetture XF, di pazientare qualche mese, in quanto i Tecnici stanno studiando per vedere se riescono a risolvere il difetto.

E’ concepibile che una marca di tale prestigio metta sul mercato un’autovettura, che vorrebbe essere competitiva con grandi marche automobilistiche, con simili difetti di confort? Negli anni passati era una grande marca ora, anche come si comportano alcuni Concessionari, può solo essere competitiva forse con marche automobilistiche di …… terzo mondo. Alle lagnanze fatte dai clienti con fax e raccomandate, forse, rispondono con un fax anonimo comunicando che stanno eseguendo un approfondimento tecnico per un’eventuale verifica dello stato della XF.

Augurandomi che questa lettera venga pubblicata in modo che altri non vengano presi in “giro” dalla Jaguar Italia, invio distinti saluti.

Giovanni Fargnoli - Cassino (Fr) - E mail: giovanni.fargnoli@alice.it


SETA IBIZA: 29.000 KM SOLTANTO E IL CAMBIO VA KO

Gentilissima testata giornalistica vi scrivo questa email per mettervi a conoscenza dello spiacevole inconveniente subito dalla mia vettura una Seat Ibiza 14 td immatricolata gennaio 2007. In data 01/07/09 e cioè dopo due anni e sei mesi dalla immatricolazione e solo 29000!!!! km percorsi ha improvvisamente e senza alcuna avvisaglia subito la rottura degli ingranaggi della v marcia, il meccanico Seat mi ha detto che è una cosa che non gli è mai capitata, la casa madre interpellata non ha fornito alcuna spiegazione anche se ad onor del vero mi è venuta incontro facendosi carico del 70% dei costi (cosi mi hanno detto) ed ho quindi dovuto pagare 170 euro per la riparazione ma con solo 29000 km percorsi una vettura pagata 12200 euro mi sembra quanto meno un prodotto non di primissima qualità di questo passo ho paura per il proseguo della vita del veicolo comunque sicuramente in futuro mai piu Seat. Grazie per l'attenzione, Alessandro.

E mail: alessandro.to@fastpiu.it


RENAULT: CAPARRA PER L'AUTO..CHE NON ARRIVA MAI...

Voglio raccontare ciò che mi è accaduto. Mi reco il 02-3-09 presso la conc. SILVESTRI di Casoria (NA) per vedere la DACIA Sandero GPL. Il venditore (Stefano Longo) ci dice che bisogna aspettare per la consegna, ma quando vede che ci stiamo raffreddando all'acquisto, ci promette una consegna in 60 giorni. Firma e caparra di € 1.000 e tutti contenti a casa. Passa marzo, aprile, maggio... Inizio giugno chiamo e mi si dice: "...forse fine luglio". M'incavolo come una bestia (ho le ferie prenotate dall'otto luglio, macchina da rottamare, ecc.). In concessionaria, siccome mi mostro accondiscendente, mi viene proposta un'alternativa HYUNDAI I20 in pronta consegna (così dicono). Il 15 giugno nuovo contratto (15/20 giorni la macchina è disponibile). Macchè... chiamo oggi. La segretaria prima dice che il venditore è impegnato (cosa ripetuta nei giorni precedenti), poi alla mia richiesta di parlare col titolare, all'improvviso si libera il sig. LONGO che con indifferenza e menefreghismo mi dice : "la macchina arriva per fine luglio" e alla mia minaccia di adire le vie legali mi risponde :" chissenefrega!. Ora vorrei poter dire alla RENAULT di scegliere meglio i partner commerciali che oltre ad essere poco fedeli verso la casa francese, le fanno perdere faccia e clienti. Ma purtroppo il servizio clienti e reclami non funziona sul sito (provare per credere). Qualcuno mi può consigliare su cosa fare con questi personaggi scorretti e disonesti?

Renato Avallone - E mail: rennyava@email.it


ODISSEA "PEUGEOT 207"

Spett. le Redazione, Vi scrivo per segnalare la spiacevole vicenda occorsami a seguito dell’acquisto di un’auto, avvenuto in data 27.02.2009, marca Peugeot modello 207 5 P/ Energy Sport Eco GPL 75 cv presso la filiale del noto marchio sita in Roma, Via Carlo Emery, 145.

Subito dopo la consegna dell’autovettura, peraltro avvenuta in ritardo ed in maniera incompleta in quanto mancava il dispositivo Geosat XTV, ho riscontrato il malfunzionamento della stessa la quale si spegneva in corsa in costanza di decelerazione ovvero in prossimità dei semafori, mancava di accelerazione al cambio di marcia, subiva ripetute ed improvvise perdite di potenza sia con il funzionamento a benzina che a gpl oltre ad accelerazioni improvvise.

Data la gravità dei difetti ho prontamente provveduto ad informare la concessionaria la quale ha effettuato plurimi tentativi di riparazione, ma puntualmente la macchina dopo pochi giorni dal ritiro dall’officina ripresentava i medesimi malfunzionamenti.

E’ doveroso precisare che quanto da me riferito al concessionario in ordine ai difetti dell’autovettura in mio possesso era già conosciuto dal suo personale tecnico il quale ha dichiarato che detti difetti si sono verificati anche su altre vetture dello stesso modello.

Del resto le problematiche della 207 5 P/ Energy Sport Eco GPL erano, e sono, ben conosciute anche dalla casa madre, parimenti da me investita della questione, la quale a seguito dell’intervento di Altroconsumo a tutela di numerosi acquirenti della suddetta autovettura ha dato corso nel mese di ottobre - novembre 2009 ad una campagna di richiamo a livello nazionale di cui sono stato destinatario anch’io.

A seguito dell’invito di Peugeot mi sono recato per l’ennesima volta presso la concessionaria in cui avevo acquistato il mezzo al fine di rendere possibile l’aggiornamento del software della centralina, ma anche tale intervento si è dimostrato inutile.

Sottolineo che - come è facilmente comprensibile - i gravi difetti dell’autovettura hanno comportato gravi rischi per la mia sicurezza e quella dei miei familiari e consistenti spese per noleggio di autovetture sostitutive, giacché Peugeot non è stata nemmeno in grado di assicurarmi completamente la dovuta assistenza post vendita.

Vanno inoltre aggiunti i notevoli disagi subiti per essere rimasto per più giorni senza vettura e le perdite di tempo e le arrabbiature che questa vicenda ha comportato anche alla luce degli atteggiamenti poco professionali del concessionario, il quale ha posto in essere svariati tentativi di intervento sulla vettura (addirittura sull’impianto a gpl tagliando dei tubi) senza contezza della causa del problema.

A fronte di questa situazione e della mia legittima richiesta di sostituzione dell’autovettura formulata a mezzo di un legale le risposte della concessionaria e della casa madre sono state a dir poco ridicole poichè la prima mi ha proposto l’ennesima riparazione, mentre la seconda mi ha invitato a rivolgere le mie lamentele al rivenditore ritenendosi non coinvolta nella vicenda.

Come se non bastasse pochi giorni fa sono stato contattato dal servizio clienti Peugeot perché mi venisse proposta l’estensione della garanzia contrattuale, quasi non fosse successo nulla e non vi fosse una controversia pendente, cosa che ho ritenuto davvero offensiva alla luce dell’atteggiamento poco corretto tenuto fino ad ora da Peugeot che non ha reso effettiva nemmeno la garanzia già in essere.

Inevitabilmente procederò legalmente per ottenere l’integrale risarcimento dei danni da me subiti ma, dato il comportamento davvero increscioso tenuto fino ad ora da Peugeot, è mio fermo intendimento rendere pubblico quanto accadutomi.

Stephan Jules Buchet - E mail: sjb335@yahoo.it


"TOYOTA YARIS" CON GRANDI PROBLEMI AL CAMBIO AUTOMATICO

Nel giugno 2007 ho acquistato una Toyota Yaris diesel con cambio MMT. E' stato un vezzo che potevo evitare. I primi di giugno 2009 si accende la spia rossa che indica problemi al cambio MMT. Macchina bloccata: chiamo l'assistenza per il carro attrezzi e l'autovettura viene portata in officina dove viene (in base a direttive Toyota) resettata la centralina. Verso la fine di giugno solita storia: traino e sostituzione pezzo. Arriviamo alle ferie. 18 agosto 2009 siamo alle solite. E la prima officina autorizzata si trova a Terni (io ero in provincia di Rieti). Sembrava fosse un intervento risolutivo tanto è vero che talmente soddisfatto ho sottoscritto la garanzia per altri due anni. Ieri (7 giugno 2010) dovevo portare la macchina per il tagliando del terzo anno (premetto che ho percorso 23000 Km.). Vettura bloccata. Carro attrezzi... officina. Mi mandano un SMS il pomeriggio dello stesso giorno. Avevo preso appuntamento dicendo che c'era un problema al cambio automatico oltre che per il tagliando. Saldo la fattura e sulla stessa nessun cenno di tale intervento.
Mi assicurano che è tutto a posto. Ritiro la macchina............ faccio 300 metri circa e si riaccende di nuovo la spia del cambio automatico. TUTTO BLOCCATO. Per poter tornare in autofficina ho dovuto fare quelle poche centinaia di metri fermandomi e aspettando che si rimettesse in moto. Preciso che mi trovavo su di una Strada Statale molto frequentata.
Quello che mi domando: la Toyota ha effettuato più di un richiamo sulla Yaris ed io personalmente ho aderito a due richiami. Ma si rendono conto che il blocco del cambio è di una pericolosità estrema e che può avvenire in qualsiasi momento? Basta effettuare una ricerca nel web "Yaris cambio MMT" e ci troviamo davanti a decine di lamentele.
Giancarlo Galli - Roma - E mail: giancarlo.galli@inwind.it


"VW GOLF": PROBLEMI AL TURBO MA NIENTE GARANZIA

Buongiorno volevo rendere noto che ho portato la mia auto, una Golf in un officina autorizzata (auto fontana a cuneo) x una perizia legale per un turbo difettoso del valore di 1200 euro e la sostituzione dei dischi in lega e pneumatici ,quando mi sono recato per ritirare la mia auto dopo 7 mesi l'ho trovata con altri dischi e gomme rispetto a quelli richiesti, in più ho avuto la sorpresa di una delle gomme sostituita del valore di 800euro tagliata e su un disco del valore di 1000 euro gli e stata passata della carta vetro rovinandolo. In più dopo 14 mesi si è di nuovo rotto il turbo e loro non lo passano in garanzia perche non porto l'auto nella loro officina nonostante le abbia portato il turbo difettoso con tanto di foto dell'auto smontata e la consulenza dell'officina che a effettuato lo smontaggio del turbo, loro negano l'evidenza delle palette rotte dicendo che per loro non e difettoso e una vergogna.
Cordiali saluti - E mail: gianlucas_75@libero.it


"FIAT 16": PROBLEMI AI FRENI

Fiat 16,anno immatricolazione luglio 2006, mantenuta ed utilizzata con tutte le attenzioni possibili, dopo qualche mese già si sentiva quel terribile rumore di sfregamento durante la frenata, visionata per ben 2 volte, al terzo controllo sono state cambiate le pastiglie dei freni anteriori. Dopo neanche un anno si è verificato lo stesso problema, ricambiate le pastiglie. Nell’ottobre del 2009 ancora quel rumore infernale, e si è accesa la spia:avaria sistema controllo motore. Riportata al centro assistenza di Reggio Emilia all’Autostile (dove acquistai l’autovettura), sostituite nuovamente le pastiglie + il catalizzatore.
All’inizio del mese di aprile 2010 la spia si è accesa nuovamente e le pastiglie, indovinate un po’, sono da sostituire!!!!!!!La 16, non è la piccola macchinina utilitaria che bene o male si riesce sempre ad acquistare, tra una cosa e l’altra, il prezzo si aggira tra i €22000,00 non sono spiccioli
Sono veramente delusa ed infuriata, non voglio spiegazioni, vorrei soluzioni!!!!!
Mi presento: Battaglia Elena residente a Reggio Emilia - Tel:338/2702559 oppure 0522/281450
- E mail: Elena.Battaglia@asmn.re.it


BATTERIA SCARICA: INTRAPPOLATO NELL'AUTO

Mi preme segnalare:con la batteria scarica l'auto non può più essere aperta con la chiave! Se siete all'interno non potete aprire la porta o abbassare il finestrino. Per poter entrare nella mia Vw Bora ho rotto il cristallo. Mi sembra un grave problema di sicurezza. Non acquisterò più auto che non abbiano anche dispositivi meccanici.
Cordialità. Antonio Giussani - E mail: giussani.antonio@virgilio.it


OPEL: CLIENTE ORDINA UNA "CORSA" 3 PORTE...MA NE ARRIVA UNA A 5...

.... LA STORIA NON FINISCE QUI...VI CHIEDERETE PERCHÉ?? è LA SECONDA VOLTA CHE USO QUESTO MEZZO PER COMUNICARE, ANZI LAMENTARMI DEI VOSTRI OPERATORI OPEL. COME RICORDERETE IN DATA 04/03/2010 VI HO INVIATO UNA E-MAIL PER RENDERVI NOTO CHE IL DIRETTORE DI FILIALE DELLA KENNEDY CENTER DI CASERTA AVEVA USATO MODI E TERMINI POCO GENTILI ED EDUCATI RENDENDOSI GRANDE DAVANTI A ME CHE SONO UN DISABILE.

OGGI VI SCRIVO PERCHÉ LA FAMOSA MACCHINA IN QUESTIONE É ARRIVATA!!

IL GIORNO 08/04/2010 VENGO CONTATTATO DAL RIVENDITORE TRAMITE E MAIL DOVE MI NOTIZIAVA CHE LA MACCHINA ERA ARRIVATA E CHE POTEVAMO VISIONARLA DALLE ORE 15.00 DEL 09/04/2010.

MI RECO CON MIO FIGLIO E MIA MOGLIE IN CONCESSIONARIA DOVE MI ATTENDE IL VENDITORE CHE MI MOSTRA UN OPEL CORSA, BIANCA, CON CERCHI IN LEGA, CON CAMBIO AUTOMATICO E TUTTO CIò CHE AVEVO RICHIESTO...

MA..CON MIA GRANDE MERAVIGLIA (CHE POI E' DIVENTATA ARRABBIATURA) ERA A CINQUE PORTE.

COSE DA PAZZI!!! DOPO 1 MESE E MEZZO DI ATTESA, FINALMENTE LA MACCHINA ARRIVA, MA É SBAGLIATA???

IL VENDITORE MI DOMANDA SE LA MACCHINA ERA DI MIO GRADIMENTO ED IO GIUSTAMENTE RISPONDO CHE LA MACCHINA MI PIACEVA COME ALLESTIMENTI MA NON ERA QUELLA CHE IO AVEVO SCELTO, CIOE' A TRE PORTE.

IL VENDITORE MI COMUNICA CHE PER RIORDINARE LA MACCHINA CHE AVEVO SOTTOSCRITTO CON IL CONTARTTO DEL 20/02/2010 DOVEVO ASPETTARE ALMENO ALTRI QUARANTA GIORNI.

DOPO VARI TENTATIVI DI CONVINCERMI SUGLI ASPETTI POSITIVI DELLE CINQUE PORTE MI VIENE FATTA UNA PROPOSTA DI ABBATTIMENTO DELLA CAPARRA SUL PREZZO CHE PERò NON COLMA LA MIA ESIGENZA DI AVERE UNA MACCHINA A TRE PORTE. 

IO E LA MIA FAMIGLIA LASCIAMO LA CONCESSIONARIA ESTERREFATTI DALLA MAL CONDUZIONE DELLA VENDITA E A MENTE FREDDA CERCO DI FARE IL PUNTO DELLA SITUAZIONE. MI RECO PRESSO UN ALTRA CONCESSIONARIA DOVE MI FACCIO FARE UN PREVENTIVO SEMPRE PER UN AUTOVETTURA SIMILE A QUELLA RICHIESTA ALLA VOSTRA CONCESSIONARIA, CIOÉ A TRE PORTE. ANCHE QUESTA CONCESSIONARIA MI COMUNICA CHE I TEMPI DI CONSEGNA SONO ANCH'ESSI DI QUARANTA GIORNI.

ORA GENTILE CASA COSTRUTTRICE OPEL ITALIA LE DOMANDO...QUESTI QUARANTA GIORNI CHI ME LI DEVE PAGARE??

IL GIORNO SUCCESSIVO RICHIAMO LA CONCESSIONARIA, FACENDO CAPIRE CHE LA MACCHINA COME SEGNALATO IN FASE DI SOTTOSCRIZIONE DEL CONTRATTO DI VENDITA MI SERVIVA IN MODO URGENTE, PROPRIO PER QUESTO  MOTIVO MI SAREI ACCONTENTATA DELLA MACCHINA A 5 PORTE DA ME NON RICHIESTA NEL CASO IN CUI LA SUDDETTA CONCESSIONARIA ACCETTASSE LA CONTROPROPOSTA CHE AVREI FATTO, CIOÉ, L'ABBATTIMENTO DI PREZZO DEL DOPPIO DELLA CAPARRA E CON SALDO IN CONTANTI.

DOPO UN POCO VENGO RICHIAMATO DAL "GENTILISSIMO" DIRETTORE, CHE IN PRECEDENZA MI TRATTò IN MODO NON MOLTO GENTILE E DEL TUTTO DISCRIMINATORIO, CHE MI DICEVA CHE LA MACCHINA A CINQUE PORTE COSTA 700 EURO IN PIU' QUINDI MI AVREBBE SCONTATO AL MASSIMO DI QUEL COSTO SENZA ACCETTARE LA MIA CONTROPROPOSTA, ALCHE' GLI RISPONDO CHE IO AVEVO ORDINATO UNA MACCHINA  A TRE PORTE PER LE MIE ESIGENZE E QUINDI DI QUELLO SCONTO NON SAPEVO COSA FARMENE.

CARA OPEL ITALIA, CREDEVO E CONFIDAVO NELLA SERIETà DELLA VOSTRA AZIENDA, MA A TUTT'OGGI, MI DISPIACE,QUESTA MIA STIMA NEI VOSTRI RIGUARDI É DEL TUTTO FINITA, E MI DEVE CREDERE NEL MOMENTO IN CUI UN MIO AMICO CHE DEVE COMPRARE UNA MACCHINA NUOVA MI DOVESSE CHIEDERE UN CONSIGLIO SIATE SICURI CHE SCONSIGLIERò VIVAMENTE LA VOSTRA AZIENDA, NON TANTO PER LA QUALITà DELLE VOSTRE AUTOVETTURE MA PER LA POCA CORDIALITà DEI VOSTRI VENDITORI E SOPRATTUTTO DIRETTORI DI FILIALE, E PER I VOSTRI "ERRORI" NELL'INVIO DELLE AUTOVETTURE.

P.S.: Ci legge in copia: Feder consumatori - Quattro ruote - Spazio Motori.

RAFFAELE GIANNETTI - MADDALONI (CE) - TEL.0823432348 - MOBIL.3393511060


IMPROVVISO BLOCCO DEL SERVOSTERZO AD UNA "RENAULT SCENIC"

Vi scrivo per segnalare un grave problema alla mia Renault Scenic, acquistata alla fine del 2003, diesel, occorso al servosterzo dell'auto.
Premetto che la macchina ha già circa 198000 km, ma sino alla data dell'accadimento, non ha mai avuto alcun problema di sorta, ovviamente con i dovuti periodici controlli e manutenzioni del caso sempre suggeriti dall'Autofficina di fiducia Renault.
Nel routinario percorso di lavoro a circa 70 km/h ed in curva, improvvisamente si è bloccato il servosterzo ed un allarme al computer di bordo mi segnalava una anomalia dello stesso. Il blocco del servosterzo in un'auto del genere vuol dire il quasi completo blocco del volante. Fortunatamente nessuno procedeva nella carreggiata opposta e, dopo circa 500 metri sono riuscito con fatica a raddrizzare lo sterzo, fermarmi e spegnere il motore.
All'accensione successiva nessun guasto veniva segnalato. Mi sono quindi recato presso l'officina autorizzata per il controllo debito e, dopo aver contattato il servizio tecnico Renault, è stata riscontrata una anomalia al sensore del servosterzo che avrebbe comportato la sostituzione dell'intero piantone, con un costo che si aggirava intorno ai 2500 euro.
Contattata l'assistenza clienti Renault per lamentare l'accadimento e segnalando l'urgenza, mi veniva riferito dopo un paio di settimane in cui ero ovviamente fermo con il veicolo, che non era prevista alcuna ipotesi di rimborso per l'eventuale riparazione, ma solo un eventuale contributo a fronte di un preventivo di un'auto nuova equivalente (prezzo di listino pari a 25.500 euro) di circa 1000 euro e alcun altro "vantaggio".
Ovviamente il guasto ha indotto in me un serio problema di affidabilità nei riguardi della Renault presso cui ho acquistato già quattro veicoli per cui ho rifiutato l'offerta.
Vi ringrazio e Vi chiedo se posso procedere in qualche modo.
Cordiali Saluti
Riccardo Sammito - San Pietro in Casale (Bologna) - E mail:
riccardo.sammito@tele2.it


INSODDISFATTA DAL SERVIZIO DI CONSEGNA FORD DI ROMA

Buongiorno, scrivo in merito all’acquisto recente di una Ford Fiesta ultimo modello. Per ciò che concerne l’auto non ho lamentele da fare, anzi potrei dire che le prestazioni del mezzo sono abbastanza soddisfacenti, sia per quanto riguarda la meccanica che per lo styling interno ed esterno.

Sono invece rimasta completamente insoddisfatta dal servizio di consegna effettuato dalla concessionaria di via Pontina a Roma (ormai centro unico di consegna nella capitale), coordinata dal Sig. Moretti.
L’auto mi è stata consegnata senza spiegazioni da parte del personale, con un evidente graffio sul paraurti e priva di antenna, libretto di istruzioni, accendisigari (da me pagato come optional) e raccordo per il GPL. Nonostante le molteplici chiamate non sono mai stata contattata per la consegna dei pezzi mancanti e sono riuscita ad ottenerli solo più di un mese dopo, andando di persona alla concessionaria e lamentandomi accesamente. Ritengo che questo non sia un comportamento professionale e adeguato da parte dei dipendenti della suddetta concessionaria e mi auguro che la dirigenza possa prendere al più presto provvedimenti poiché ho inoltre constatato di persona di non essere l’unica cliente insoddisfatta. Vi ringrazio per la cortese attenzione.
Maria Addolorata Maggio - E mail: analisiclinichemaggio@tin.it


DELUSO DALLA FIAT PER ASSISTENZA AD UNA "BRAVO"

Stimati, con la presente vorrei portare alla vostra attenzione quanto sto passando a motivo della mia Fiat Bravo comprata il 9 ottobre 2009 (non so più a chi rivolgermi):
Dopo due mesi esatti ho dovuto tenere la vettura ferma 4 giorni per cambiare una bobina che si era bruciata, dopodiché arrivati ai 15 mila km ero rimasto senza una goccia di olio motore tanto che l'asta graduata era completamente asciutta (il tagliando si doveva fare a 20 mila km). Dopo un altro poco di tempo era necessario cambiare una guarnizione del fanale sx posteriore in quanto si appannava lo stop, dopo qualche altro giorno era di nuovo appannato e questa volta anche l'altro, chissà forse per simpatia. Arriviamo al giorno 6 di marzo 2010 e nuovamente si brucia una bobina, sempre la stessa. I meccanici questa volta cercano di capire le ragioni e dicono che una valvola non chiude bene e quindi da adito a questo problema. Siamo a cinque mesi da quando ho comprato la mia Fiat Bravo. Dov'è comunque il problema? Nell'intervento che intendono fare ossia smontare la testata sostituire il pezzo rotto (come da garanzia) però facendo anche ritocchi alla testata. A questo punto ho detto che non ero d'accordo per questo tipo di soluzione. E visto che già avevo dei dubbi su un eventuale danno prodotto dalla mancanza di olio, ho chiesto la sostituzione del motore. Parlo con l'assistenza Fiat spiegando i vari problemi mi dicono che un ispettore mi avrebbe chiamato, cosa mai avvenuta, e per la terza volta la signora che si occupava della mia pratica mi dice se ero dello stesso avviso nel senso se intendevo sempre non permettere di aprire il motore mi dice chiaramente che non era possibile avere un riscontro da parte loro. Prima che attaccassi la cornetta ho detto alla signora che stavano ricevendo una lettera da parte del mio legale. La signora mi richiama una seconda volta per dirmi se poteva anticipare la lettera via fax, cosa che non ho fatto perché impossibilitato.
Nel frattempo finalmente decidono di darmi l'auto in sostituzione. Dopodiché SILENZIO ASSOLUTO. Credevo che il silenzio fosse dovuto al fatto che stessero cercando una soluzione al problema e chissà finalmente il tecnico mi avesse chiamato per parlamentare e aiutarmi a capire. NIENTE AFFATTO.
Mi arriva un telegramma il giorno che scadeva l'autonoleggio dicendo che visto che non permettevo di toccare la mia auto, l'auto in sostituzione mi sarebbe stata tolta. Cosa che hanno fatto veramente. Telefono altre due volte all'assistenza chiedendo di parlare con qualcuno, ma purtroppo fino ad oggi nessuno si è sentito. Oggi sono 17 giorni che la mia auto sta ferma. Oggi ritelefono all'assistenza e alla seconda telefonata mi dicono che la mia pratica è passata all'ufficio legale che mi contatterà. QUANDO? C'è da dire che insieme alla mia famiglia vive mia suocera disabile ed essendo senza auto non saprei come fare per assisterla eventualmente ce ne fosse la necessità.
Scusate questo sfogo lungo, ma era necessario che capiste realmente come sono andate le cose. Anche se esiste la garanzia, all'atto pratico è difficile usufruirne se non come stabilito dalla casa madre, anche se in effetti sembrerebbe non essere all'altezza della cosa descritta.
Potete aiutarmi? Chissà, forse!!!
P.S.: Dopo alcuni anni con auto straniere ho pensato di tornare a Fiat ma con grande delusione. Su un auto poi molto pubblicizzata. Forse sarà un caso sfortunato però i fatti sono questi.
Finisco qui e mi scuso per la lungaggine della mail però era necessario scrivere i presupposti.

Un sentito e cordiale saluto. Guerino Caccia - E mail: guerino.caccia@libero.it


Pag. 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9

 

Note: il contenuto delle lettere pubblicate impegna integralmente gli autori, sollevando la Redazione di "Spazio Motori" da qualsiasi responsabilità.

Chi ha bisogno di una consulenza Legale specialistica, da parte di Avvocati esperti del settore che lavorano in convenzione con Noi, è pregato di scrivere qui: legale@spaziomotori.it

PRIVACY: Eventuali dati personali saranno trattati nel rispetto della Legge 196/2003 e succ. ( privacy ).

 

 

 


Home pageCopyright 2000/2014 © -Tutti i diritti riservati - All rights reserved - Testata giornalistica autorizzata dal Tribunale di Napoli-registr. n. 5141-Provv.del 27-06-2000.

Editore: associazione culturale no-profit "Confgiovani"- Iscr. ROC n.19181. Direttore Resp. Dott.Massimiliano Giovine - giornalista (Tes. Prof. n.120448, già n.84715).

Direzione, Redazione: via D. De Dominicis, 20 c/o Giovine-cap. 80128 Napoli. E' vietata la riproduzione o trasmissione anche parziale, in qualsiasi forma, di testi, immagini, loghi ed ogni altra parte contenuta in questo sito web senza autorizzazione.

La Redazione non è responsabile di eventuali errori imputabili a terzi, nè del contenuto delle inserzioni riservandosene, pertanto, la pubblicazione.

Nomi e numeri sono citati a puro titolo informativo, per offrire un servizio al lettore. Proprietà artistica e letteraria riservata ©. Vedi gerenza e note legali/tecniche.

|Anno XIII num.1 - Gen./Feb. 2014| - Per informazioni e-mail: redazione1@spaziomotori.it

Sito web ottimizzato per Internet Explorer 5.0 o superiore - Risoluzione schermo consigliata: 1024 x 768 pixel - (Privacy)