Navigando su questo sito web si accettano i cookie utilizzati per fornire i Nostri servizi. Per maggiori informazioni leggere l'informativa sui cookie

SPAZIO MOTORI HOME PAGE- Testata giornalistica telematica autorizzata dal Tribunale di Napoli con n.5141-Dir. Resp. Dott.Massimiliano Giovine     Il primo periodico telematico di informazioni ed inserzioni auto,moto,nautica,trasporti,viabilità,ambiente,sicurezza stradale,ecc.Testata Giornalistica autorizzata dal Tribunale di Napoli-registraz.n.5141-Provv.del 27/6/2000-Direttore Responsabile Dott.Massimiliano Giovine - © Tutti i diritti riservati

|HOME|

|Presentazione|

|Note/GeRENZA| Cookie |

|Lettere|

|Spazio Motori "Ambiente"|

|Inserzioni gratis|

|Links auto|

|Links moto|

|Links utili|

|Assicuraz. web|

AnnoXVI num. 2
Mar./Apr. 2017

|C E R C A|

 

ARTICOLI di questo numero

 

SEGNALAZIONI LE SEGNALAZIONI DEI LETTORI. Scrivi anche Tu!

 
Pillole/News
 
Rubrica "Spazio AMBIENTE"
 
ARCHIVIO articoli
Scrivi a:redazione1@spaziomotori.it

 

Scrivici

Torna alla Home page

 | Gerenza |

Le Vostre lettere: Pag. 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9

Comunicateci lamentele, disservizi, ingiustizie riguardanti la Vostra auto, moto o imbarcazione. Ma anche apprezzamenti o consigli utili (non oltre 30 righe). Scrivete a: redazione1@spaziomotori.it  cercando di essere sintetici ed aggiungendo nome, cognome, città e recapiti. Le lettere più interessanti saranno pubblicate. Gli autori sono responsabili di quanto scritto. Grazie. (Privacy). Chi ha bisogno di una consulenza Legale specialistica CONVENZIONATA, da parte di Avvocati esperti del settore che lavorano in convenzione con Noi, è pregato di scrivere qui: consulenza legale .   Vedi RUBRICA  


 

MERCEDES "CLASSE A": NON RIMANE ALTRO CHE ANDARE IN CAUSA...  

Buonasera a tutti i lettori, mi chiamo Daniela Oggioni.

Vi scrivo per segnalare quanto accadutomi in seguito all’acquisto di un’ auto usata. Si tratta di una (anzi due…poi capirete) "Mercedes classe A". Il tutto ha inizio a fine agosto 2005. Trovo l’inserzione su Quattroruote. La concessionaria è distante da casa mia, ma ad agosto non se ne trovano molte aperte e la mia vecchia Golf ha esalato l’ultimo respiro.. Si tratta di "Car Lady", Siziano (PV) e si trova sulla statale tra Melegnano e Binasco. Vedo l’auto e l’acquisto, consegna dopo circa 15 gg. Mi presento a ritirarla dopo essermi accertata il giorno precedente che fosse tutto in ordine e scopro che manca l’autoradio..l’hanno dimenticata! Fisso appuntamento per il sabato mattina successivo (io il sabato mattina lavoro..) e me ne vado tutta contenta della mia auto “nuova”. Dopo 500 metri (si, 500 METRI) si accende una spia sonora e luminosa. Cerco libretto istruzioni…è in tedesco. Torno indietro. Mi dicono che trattasi della spia troppo olio. Dopo due ore mi ridanno l’auto senza aver risolto il problema e mi dicono che visto che ho già l’appuntamento per l’autoradio per sabato mattina, in quell’occasione provvederanno anche a cambiare il sensore di cui al momento non dispongono ma…”tranquilla…non è niente di grave”. Sarà, ma io tanto tranquilla non sono. E devo dire che sono anche un po’ frastornata e fatico a capire cosa diavolo stia succedendo. comunque, seppur poco convinta dalle rassicurazioni me ne vado con al mia auto “nuova” e con l’entusiasmo sotto le gomme. Sabato torno e poi tornerò ancora martedì. E sabato e ancora fino a quando non ottengo che a mettere le mani sulla vettura sia una concessionaria Mercedes, la quale dopo un paio di settimane di fermo del mezzo mi consiglia di restituirla al mittente. Il mittente se la riprende senza fare troppe storie e vantandosi di essere un’aziende seria mi propone un’altra classe A, sempre usata e io, avendo rottamato la mia vecchia golf , sono quasi costretta ad accettare se non voglio andare a piedi a cercarmi un’altra auto altrove.Chiedo un piccolo sconto che ottengo e dopo una settimana (siamo a metà ottobre) l’auto è pronta  e la ritiro. Fino a fine novembre tutto quasi bene, poi è un continuo portare l’auto in officina. Tralascio le piccolezze, compresa la piccolezza di comportamento per auto sostitutiva e varie e vi dico il motivo dei continui fermi: L’AUTO SI SPEGNE  A VETTURA IN MOVIMENTO!!!!!!! LA RIPARANO O FANNO RIPARARE E OGNI VOLTA MI RASSICURANO CHE NON SUCCEDERA' . Dopo aver accettato varie volte di fare da cavie e non avendo aspirazioni suicide, chiedo che si riprendano l’auto come hanno fatto la prima volta e la risposta che loro si, si riprendono l’auto, ma la valutano circa 3000 euri (e dico 3000euri) in meno e a patto che acquisti una vettura nuova di valore doppio rispetto a quanto pagato per la seconda classe A. Ma come, nel primo caso mi hanno fatto lo sconto e nel secondo me lo chiedono???? Forse si sono dimenticati di essere un’azienda seria…..non mi resta che rivolgermi a un legale, il quale dopo un mese di invane richieste di accordo, mi comunica che non rimane altro da fare che andare in causa. La notizia è di oggi e potete immaginare il mio stato d’animo. Ho cercato di essere il più sintetica possibile e vi ho risparmiato tanti dettagli ma avrei voglia di continuare a scrivere per ore, per sfogare tutta la mia rabbia, anche se so che nemmeno questo servirebbe. Per concludere, il consiglio del mio legale è stato di acquistare un’auto nuova perchè una volta in causa, si sa quando si comincia ma non quando si finisce. Era la ciliegina che mancava………Grazie per aver raccolto il mio sfogo.

Daniela Oggioni - E mail: arching.oggioni@virgilio.it


FORD "FOCUS": DELUSIONE D'AMORE

Spett.le redazione di SPAZIO MOTORI, sono da poco un possessore di una Ford Focus SW 1800 TDI acquistata usata da un concessionario di Roma, l'hò preferita a diverse marche di auto anche perchè piace molto alla mia famiglia e per dire la verità, piace anche a me, ma veniamo al punto.
A gennaio 2006 dopo varie ricerche nell'usato, trovo la mia Focus SW da un concessionario di Roma, è tirata a lucido ed è bellissima con i suoi 22.000 KM. originali, la compro e la porto via dopo appena 5 giorni con un regalo del concessionario di una garanzia valida a tutto gennaio 2007.
Per un mesetto è quasi andato tutto bene fin quando a un certo punto ha cominciato a fare del fumo dal terminale, col passare dei giorni sempre più nero, fino al punto di avere paura per una denuncia per inquinamento per quanto era denso e nero. Prendo appuntamento con l'officina autorizzata Ford e dopo appena tre giorni  la riprendo sentendomi dire che avevano dovuto sostituire il filtro del Gasolio perchè pieno d'acqua. Riluttante per i tre giorni senza vettura per sostituire un filtro,(lavoro a Roma e percorro 100 Km.al giorno tra andata e ritorno) metto in moto e vado via ma osservando dal retrovisore, non è cambiato nulla, fumo come prima, ma il bisogno della mia macchina mi impedisce di rilasciarla nelle loro mani.
Ora la mia Ford ha 46.000 Km. e sono 5 settimane che si trova in un'altra officina Ford perchè la prima, mi dava appuntamento dopo due settimane, per la rottura della turbina,(premetto che la prima officina quando mi ha chiesto che tipo di ford possiedo, ha voluto aprire il cofano perchè non voleva credere che fosse un 1800 da 115 CV......???) e il meccanico mi dice che devo avere pazienza perchè la Ford non garantisce la garanzia dei pezzi per riparare la turbina.Vorrei non aver mai acquistato una Ford, non per il modello che ci piace molto, ma per le false garanzie e per i tempi spropositatamente lunghi per visionare una vettura e lasciare il cliente troppo tempo a piedi. Mi scuso per lo sfogo ma a tutt'oggi vado al lavoro in metropolitana ed esco da casa alle 05:30 per arrivare alle 07:00 , alla sera ritorno a casa arrivo non prima delle 20:00 circa per pagare non so' quale cifra se si riuscirà a riparare la turbina
Un delusissimo della FORD.
E mail: danivaleale@alice.it

>>Torna su


ACCELERA ALL'IMPAZZATA: PERICOLO DA UNA RENAULT "CLIO"

Buon giorno.
Purtroppo devo segnalare un grave difetto (penso di costruzione) alla mia RENAULT CLIO:
1) 20.000 Km
2) Tenuta sempre in garage.
3) Modificata con Guidosimplex 4+4 elettronico a cura di una concessionaria Renault.
5) Guidata esclusivamente sia da me che da mia moglie.
6) Fatte tutte le manutenzioni.
DIFETTO:
Per ben 4 volte (2 volte la mentre la guidavo io, altre due mentre era alla guida mia moglie che DISATTIVA il sistema Guidosimplex), durante la normale guida (non certamente "sportiva"), ALL'IMPROVVISO ACCELERA ALL'IMPAZZATA.
Si può ben capire come questo difetto, che metterebbe a rischio l'incolumità di una persona nel pieno possesso delle sue facoltà motorie, sia di estremo pericolo per chi ha qualche limitazione nei movimenti.
E' per questo motivo che ho deciso di non adoperare più questa auto e di intentare CAUSA alla Renault.
Distinti saluti.
Lainate 11/03/2006 - Vincenzo Merlo - Via Bellini, 28 - 20020 Barbaiana di Lainate - 20020 Milano
Tel. 333 6600533 - E mail: laboratorio1@europroget.it                                                                                                                        
                 


PORTATORE DI HANDICAP: AVVENTURA CON UNA LANCIA "YPSILON MULTIJET"

Gentilissima redazione,
Mi chiamo Michele Marcello Durante, ho 31 anni, sono un portatore di handicap, abito a Noci in provincia di Bari, di professione sono avvocato. Vi racconto l'assurdità della mia avventura con la mia vettura e le incredibili risposte della Casa Costruttrice.
Sono proprietario di una Lancia Ypsilon Multijet D.F.N platino immatricolata il 31 luglio 2004 modificata per il mio handicap. Sin dalla consegna ho evidenziato alla concessionaria di acquisto Eura-Millennia di Bari una anomalia meglio specificata in un rumore nella parte anteriore; il detto centro assistenza Lancia Eura di Bari mi rispondeva che il detto difetto dipendeva da alcuni componenti difettosi dei freni anteriori che provocavano questo insopportabile rumore durante la marcia; mi veniva altresì detto che non vi era a quella data una soluzione proposta dalla Lancia ma che si stava provvedendo alla definitiva soluzione.
Successivamente nel settembre 2005 mi sono recato al centro assistenza Vinella di Putignano(Ba) per far presente il difetto insieme ad alcuni altri(vibrazione del cofano posteriore, rumore anomalo quando lo sterzo è completamente girato, scricchiolio del volante). Dai gentili e cortesi meccanici della officina mi veniva comunque risposto che il problema della rumorosità di alcuni componenti dei freni non era ancora stata risolta ma che a breve vi sarebbe stata una campagna di richiamo dalla Lancia per questo comune problema. Venerdì 17 febbraio 2006 esasperato da questo rumore mi sono recato nuovamente dalla concessionaria Vinella. In questa occasione mi veniva comunicato che il problema è stato risolto con il montaggio di pattini modificati ma che la Lancia copriva in garanzia tale vizio fino al chilometraggio del mezzo di 15.000 km. Pertanto il mio autoveicolo con 32.000 km. anche se con tale difetto originario non veniva coperto dalla garanzia per tale difformità.
In questa occasione ho contattato immediatamente il call center Lancia evidenziando il problema con tutto il suo iter; l'operatrice mi confermava l'apertura di una segnalazione alla casa madre. Nella giornata di oggi 20 febbraio 2006 ho ricevuto una chiamata con la quale mi è stata data risposta negativa alla mia richiesta di inclusione in garanzia di tale difetto e che assurdamente dovevo provvedere con spese a mio carico alla sostituzione dei "pattini" anteriori.
Orbene occorre puntualizzare che la Lancia ha risolto detto difetto originario e presente sulla mai come su molte Lancia Ypsilon con il montaggio di pattini anteriori modificati.
Premesso che io non chiedo la sostituzione dei pattini anteriori ma la soluzione di questa insopportabile rumorosità da sempre esistita sul mezzo, il fatto che la Lancia abbia trovato questa soluzione non certamente la esime dal fatto di aver messo in circolazione un'autovettura che presentava il lamentato difetto e che pertanto rientra nella copertura della garanzia della casa costruttrice che è di 2 anni!!!.
Con questa mia segnalazione insisto nella mia richiesta poichè la rumorosità degli organi frenanti in presenza anche di lievi sconnessioni della strada è un problema che la mia autovettura ha sempre avuto e che la Lancia deve risolvere. Non è un difetto derivante da mia imperizia o dall'usura del tempo. Vi chiedo di darmi a questa mia richiesta eco per far presente che non si può con mosse strategiche sottrarsi agli obblighi ex lege stabiliti in favore dei consumatori contro la vendita di prodotti difettosi.
Cordiali saluti, Michele Durante - E mail: micheledurante@libero.it       

>>Torna su


PROBLEMI ELETTRICI ALLA FIAT "PUNTO"

Salve sono Franco De Rose di Como.
Volevo lamentarmi della mia FIAT "Punto ", in 4 anni da sempre ha avuto problemi elettrici.

Quando era in garanzia non c'erano problemi anche se le luci rosse si accendevano, non più in garanzia bisogna cambiare tutto:
Chiave elettrica 2 volte; antifurto ogni tanto suona da solo; la spia rossa resta accesa almeno per 10 minuti dopo la partenza; ho cambiato la guarnizione della testata.
Ultimo guasto: bisogna cambiare il servosterzo ed è necessario cambiare tutto il blocco , il meccanico dice che non ha altro mezzo; e costa 600 €.
Possibile che la FIAT con tanta pubblicità che fa non è in grado di fare i pezzi di ricambio elettrici senza cambiare la meccanica, di mezza macchina?
Da elettronico se è un problema elettrico basta cambiare le schede elettroniche , perchè cambiare anche le parti meccaniche e aumentare le discariche?
Spero che almeno la grande FIAT si degni di una piccola risposta.

Franco De Rose - Como - E mail: fdtder@tin.it     


MERCEDES "S 320 D":46.000 KM., IDROGUIDA DIFETTOSA E FUORI GARANZIA

Gentile Direttore
Nel mese di giugno 2006 ho acquistato una Mercedes S 320 diesel. Macchina veramente bella con pochissimi chilometri percorsi (circa 46000 )malgrado l’anno di immatricolazione risalente al secondo semestre 2000 e correttamente tagliandata presso la SCA di Valmadrera ( Lecco ). All’atto dell’ acquisto fatte salve le garanzie di legge su motore , trasmissione e carrozzeria, mi accorgo di un leggero "clock “ ben percettibile girando la corona dello sterzo fino al limite, sia a ds che a sinistra , sia da fermo che in movimento . Tale presunta anomalia viene fatta notare ripetutamente sia al Proprietario della concessionaria multimarche in cui si sta perfezionando l’ acquisto sia durante la revisione prevista per legge ed effettuata prima della firma del contratto d’ acquisto in altra sede sia presso la concessionaria Mercedes succitata, interpellata subito prima della definizione del contratto e in relazione a sicura conoscenza tecnica del mezzo e del precedente Possessore dell’ autoveicolo. In tutte le sedi citate vengo tranquillizzato facendo risalire il rumore, sicuramente sito a livello della struttura dello sterzo, a nulla di particolare ….e soprattutto in tali termini si e’ anche espresso il capoofficina della SCA di Valmadrera. Nell’ uso successivo la vettura si conferma essere quanto atteso , ovvero superlativa sotto ogni punto di vista anche in relazione all’ allestimento full optional. Disgraziatamente quel “ clock “ a termine corsa dello sterzo si fa sempre piu’ insistente fino a che , in autostrada e a velocita’ sostenuta (su asfalto asciutto ) si rende apprezzabile una discreta imprecisione dello sterzo nell’ inserimento in curva che mi preoccupa a dire poco. Per fortuna tale difetto non sembra ravvisarsi a andatura moderata sia in citta’ che in extraurbano. Da allora il rumore diventa piu’ sonoro e compare anche prima del finecorsa. Nuovamente interpellata la SCA di Valmadrera ( LC ) nella persona del Capoofficina gia’ citato, con un po’ di sorpresa, apprendo che ora (e sono passati solo circa 30 giorni dall’ acquisto della vettura) non ci si prende piu’ alcuna responsabilita’ in merito a eventuali conseguenze (naturalmente gravi ) dovute a rottura dello sterzo .Do’ , pertanto , ordine di provvedere alla sostituzione del pezzo che , con un po’ di sorpresa personale, corrisponde all’ intera struttura dell’idroguida per un costo complessivo di circa 3500euro , manodopera compresa , che saldo immantinente.
In fine , la presente per sottolineare come , a mio avviso, potesse esserci connivenza e addirittura malafede nelle persone contattate relativamente all’ origine del rumore, della sua pericolosita’ in potenza e della presumibile necessita’ di sostituire il pezzo in toto prima di provvedere alla messa in vendita della vettura (perchè questo e’ l’ unico modo possibile per ovviare al difetto quasi certamente precedentemente noto ).
Ma d’altronde mi chiedo anche come sia possibile che un ausilio tanto delicato come l’idroguida (Mercedes, si badi bene, non Fiat ) di una S320 possa essere difettoso dopo solo 46000 km percorsi (o lo era dall’ inizio e tale problema e’ stato volutamente sottovalutato,dal momento che il precedente Proprietario utilizzava l’auto in questione solo per rappresentanza e forse ignaro di elementi tecnici e della relativa pericolosita’? ) e non possa godere di una garanzia addirittura piu’ esaustiva di una trasmissione o di un motore considerando , in ultima analisi , che se un motore o una trasmissione si rompono la macchina si ferma ma se una idroguida cede anche a andature moderate e’ morte certa, al pari del default di un timone d’ aeroplano , a mio avviso forse piu’ facilmente compensabile .
In attesa di una Vs. cortese, rammentando che il pezzo in toto e’ conservato presso una delle rimesse della mia abitazione per eventuali ispezioni , colgo l’ occasione per porgere distinti saluti.

Dott. Saturno Francesco, Via Lavello 14 Calolziocorte, Lecco - E mail: dermomedicalestetica@tiscali.it


NISSAN "TERRANO II 2.7 TD" USATO: VEICOLO VENDUTO SPROVVISTO DI REVISIONE

Gentile redazione,

in data 30-11-2005 ho acquistato un Terrano II 2.7 TD usato presso il Nissan Centro Italia di via della Pisana, 950/E, Roma. Dopo essere stato costretto a chiamare il carro attrezzi 2 giorni dopo il mio acquisto a causa della batteria completamente esausta, dopo aver verificato infiltrazioni di acqua dal tettuccio elettrico del mezzo ad ogni giornata di pioggia, dopo aver fatto immediatamente sostituire a mie spese le spazzole rovinate e gli spruzzini tappati, scopro che MI E’ STATA VENDUTA UN AUTO USATA SPROVVISTA DI REVISIONE PREVISTA PER LEGGE. L’auto e' stata immatricolata in data 12-2001 e a me consegnata in data 22-12-2005. In data 24-03-06 la mia assicurazione mi ha richiesto la fotocopia del libretto e dell’attestazione di rischio. Ho chiamato gli uffici di NISSAN CENTRO ITALIA di via Quirino Majorana, 110 a Roma e ho chiesto loro di mandarmi via fax una copia del libretto dell’autoveicolo in modo da poterlo girare all’assicurazione. CON MIO SGOMENTO HO CONSTATATO CHE NON VI E’ IL BOLLO PREVISTO PER LEGGE NELLA PARTE ADIBITA ALLE REVISIONI. Cio' vuol dire che fin’ora ho circolato con un mezzo NON IDONEO PER LEGGE E NON ASSICURATO e che ho rischiato la mia vita e quella altrui per migliaia di km su un MEZZO NON REVISIONATO. La scelta di acquistare un veicolo da un concessionario autorizzato con la consapevolezza di pagarlo un po’ di piu', mi illudeva di avere una garanzia e una serieta' che un privato non poteva garantirmi ma dopo questa incresciosa esperienza ho cambiato idea. Ho scritto, faxato oltre che agli uffici di Nissan Centro Italia anche a Nissan Italia in data 29-03-06 ma non mi hanno mai risposto......

Alla fine....pur di non girare fuori norma, esausto dalla negligenza di tutti i dipendenti che non hanno MAI dimostrato interessamento fuorchè per incassare l'assegno, ho ritirato il libretto e ho provveduto io stesso a mie spese a far la revisione.

Sono rimasto profondamente amareggiato dal concessionario e ancor di più dalla scadentissima, anzi nulla Assistenza al Cliente della Nissan. Vi sembra giusto?

Federico Lavanche , da Anguillara Sabazia E mail: mrhawk@hotmail.it


PIAGGIO "BEVERLY 500":PROBLEMI INFINITI E ASSISTENZA SCADENTE

Sono proprietario di un "Beverly 500" telaio ZAPM3410000028974, acquistato di recente, esattamente nel giugno 2004; lo scooter in questione ha subito manifestato pericolose anomalie, concretizzatesi nella rottura del tachimetro, gravi disturbi elettrici e primo tra tutti una insopportabile perdita di aderenza e rumorosità, ovvero un assoluto malfunzionamento, della frizione - variatore, componente molto costosa e di evidente inadeguatezza, anche di progettazione, per il motoveicolo in questione. Ripetuti interventi dal concessionario di zona ... Nuova Valmotor S.r.l. di Aosta .... hanno per me reso impossibile l'utilizzo del mezzo, effettivamente sfruttato per un periodo di tempo limitatissimo circa un mese e mezzo.
Ripetute richieste di sostituzione della parte interessata sono state dalla Piaggio respinte per futili motivi fino ad indurre il concessionario alla procedura di helpdesk (04.02.2005), da loro ritenuta ultima spiaggia ......quello che mi chiedo è come sia possibile che una casa produttrice quale Piaggio, nella quale riponevo fiducia, non abbia provveduto a richiamare i veicoli in questione oggetto di una difetto di progettazione palesemente riscontrato, è facile rendersi conto di questo basta una semplice navigazione sul web per accorgersi del malcontento che ruota intorno al prodotto Beverly, tale da indurre la clientela ad abbandonare il made in Italy per approdare a costruttori orientali ritenuti a ragion veduta più affidabili, il management Piaggio in termini di costi benefici avrebbe dovuto valutare questa situazione...siamo noi i veri collaudatori del prodotto e siamo sempre noi, utenti finali, ad esaltare od atterrire le capacità degli stessi attraverso le ormai diffusissime finestre specializzate aperte sui maggiori organi di stampa, ai quali mi rivolgerò per diffondere con ogni mezzo la bruttissima esperienza in modo da dare vasta eco alla totale assenza di serietà nella valutazione dei problemi da parte della Piaggio, capace di nascondersi dietro manchevoli discorsi quali l'inadeguata utilizzazione del mezzo (non faccio cross con uno scooter), e la totale disattesa  delle clausole di garanzia, mi riferisco alla pagina dodici del libretto , sostituzione di parti per errato assemblaggio ed errori di progettazione ....d'altronde hanno attualmente sostituito la frizione - variatore dei nuovi modelli con una di più adeguata fattezza... da tre a cinque masse ... non corrisponde ad una tacita ammissione di colpevolezza......

Dr.Vincenzo Canzano di Aosta - Loc. Autoporto n. 32/b - 11020 Pollein (AO) - tel. 347/6101319 - mail: Vinny73@virgilio.it

>>Torna su


LANCIA "Y: TROPPI DIFETTI FUORI GARANZIA. DELUSIONE DI UNA CLIENTE "EX AFFEZIONATA"

Spett.FIAT AUTO Direzione Post Vendita/Assistenza Ordini - Largo Senatore Agnelli - Volvera (Torino) - Fax. 011.9860739
Spett. Redazione di Spazio Motori

Torino, 13 ottobre 2006. Da una vostra affezionata cliente amaramente delusa
Buongiorno,  il mio nome è Caterini Mascia e sono intestataria di una Lancia Y 1.2 16V argento del febbraio dell’anno 2004. Ho sempre “adorato” la Lancia Y infatti prima di questa avevo il modello precedente (elefantino blu); mi è sempre piaciuta per la sua linea e per i suoi interni e pensavo, altresì, che fosse un autovettura valida vista l’affidabilità del marchio LANCIA.
Beh, se Vi scrivo questa lettera, a distanza di tempo e di esperienza con la vostra vettura, ritengo di aver sempre avuto un'opinione sbagliata e credo che non acquisterò più una LANCIA Y pur piacendomi moltissimo anche il nuovo modello in uscita.
Mi dispiace essere arrivata a queste conclusioni ma molti fatti mi hanno portato a questo, quelli che in sintesi vi spiego qui di seguito:
Riparazioni su LANCIA "Y ELEFANTINO BLU":
centralina dopo 20.000 Km, scatola guida dopo 30.000 Km., motore dopo 50.000 Km di vita dell’autovettura……
Riparazioni su LANCIA "Y 1.2 16v argento":
SERVOSTERZO DUALDRIVE a 32.000 Km.di vita della vettura
I miei 2 anni di garanzia sono scaduti a febbraio di quest’anno; a giugno/luglio comincio a sentire un rumore fastidioso proveniente dal volante;
vado a far vedere l’auto e mi dicono che probabilmente è il motorino del servosterzo e che tra un pò di tempo si romperà del tutto;
il pezzo costa all’incirca sui 700€ (ESLCUSO IL MONTAGGIO).
Il meccanico ha fatto giuste previsioni: AVARIA DELLO STERZO !!
Di colpo e quando meno te l’aspetti si blocca improvvisamente il volante diventando durissimo (cosa che se sono in curva vado a sbattere contro il primo albero !!!!)
E allora io mi chiedo: è possibile che io debba spendere tutto il mio stipendio per aggiustare una macchina praticamente nuova con 32.000 Km. per un difetto NON derivante da mia imperizia o dall'usura del tempo ????????
Trovo scandaloso l’accaduto e trovo altrettanto scandaloso che non sia successo solo a me ma a diverse persone che conosco! Infatti dopo aver sentito diverse campane mi sono autoconvinta che non era solo sfortuna o un “caso”.. ma che era un problema a larga scala. In concessionaria mi hanno anche detto che hanno già sostituito diversi servosterzo ad altre macchine con pochi km (ma in garanzia).
Tra le altre cose sono venuta ha conoscenza che avrei potuto estendere la garanzia per altri 3 anni ma nessuno, ovviamente, mi ha comunicato la cosa !!!
Sarebbe possibile estenderla adesso, anche se già scaduta ?????
E’ possibile che voi interveniate in qualche modo riguardo all’accaduto ????
Distinti saluti
Caterini Mascia - Via Bisalta 5 – 10126 TORINO - Tel. 347/35.44.828 - E mail: masciacaterini@virgilio.it 


FORD "FOCUS CMAX": NIENTE AUTO DI CORTESIA PER RIPARAZIONE IN GARANZIA

Salve sono Ciotola Eugenio da Napoli.
Volevo segnalare un problema avuto con la mia Ford Focus-Cmax 1.6TDi.
Ancora in garanzia porto, il giorno 06/02/06 ore 9.00, la mia C-Max per una verifica  dal Concessionario Ford "Miranda" sede Pozzuoli Napoli.

Consegno l'auto e mi informano di poterla ritirare in giornata dopo le 17.00.
Al primo pomeriggio telefono per accertarmi che l'auto sia pronta e mi rispondono che per un problema di mancanza ricambio (una guarnizione)

Mi consegnano l'auto per il giorno successivo.
Il giorno dopo stessa storia, mi rispondono che il ricambio non è ancora arrivato. A questo punto, poichè utilizzo l'auto per lavoro, chiedo la possibilità di avere una auto sostitutiva, ma l'operatore mi risponde che Ford Italia non fornisce l'auto di cortesia perchè l'intervento non supera le 8 ore di tempo !!!

Alle mie rimostranze mi risponde di rivolgere le mie lamentele a Ford Italia tel. 06-91806900. Dopo qualche ora di continui tentativi riesco a parlare con un'operatrice.

Le espongo il problema e chiedo chiarimenti circa la fruizione dell'auto di cortesia, l'operatrice mi risponde che si informerà prima presso la Concessionaria ed a breve mi richiamerà fornendomi una risposta.
Passa la serata del secondo giorno e tutta la mattinata del terzo ma da Ford nessuna risposta.
Dopo innumerevoli tentativi riesco a contattare Ford Italia e dopo aver rispiegato il problema ad un ennesimo operatore mi rispondono che si sono informati presso la concessionaria e che la causa del fermo è la mancanza di questo ricambio e CHE FORD per attesa ricambi non fornisce l'auto sostitutiva per tempi fino ad una settimana !!!.
Morale l'auto era pronta alle ore 17,00 del quarto giorno (09/02/2006).
Vi sembra giusto il comportamento di Ford? Il problema e l'inefficienza per una loro  mancanza ricambi deve ricadere sul cliente?

Non era più semplice fornire un'auto di cortesia evitando un problema (ho dovuto noleggiare un'auto) al cliente?
P.S. Fino a qualche anno ho avuto sempre auto Fiat e Lancia, anche se non sono mancati dei problemi di assistenza Mi hanno sempre fornito l'auto sostitutiva per fermi che duravano più di un giorno e qualche volta addirittura anche per un solo giorno. Saluti.
Ciotola Eugenio - Cell. 3483017273  - E mail: Eugenio.Ciotola@getronics.com

Ford Focus-Cmax 1.6 Tdi tg. CT164LH  Concessionaria Ford Miranda via IV trav. Pisciarelli, Pozzuoli - Napoli

>>Torna su


PROBLEMI CON UNA FIAT "STILO"

Spett. FIAT / Gentile redazione di Spazio Motori

Nell'anno 2004,  mi sono recato presso un vostro rivenditore autorizzato per comprare la mia attuale Fiat Stilo.

Il giorno successivo al ritiro, la mia autovettura veniva trasportata dal carro attrezzo, al più vicino centro assistenza fiat per un allarme datomi dal computer di bordo, il quale segnalava “avaria motore” .

Il capo officina costatava che l'autovettura era priva del tappo dell'olio e quindi era fuoriuscito lo stesso sporcando tutto il pannello insonorizzato e tutto il vano motore.

L'auto comunque mi fu consegnata il giorno seguente con il pannello insonorizzato nuovo e con il tappo dell'olio originale.

Voglio precisare che, già da quel momento, avevo perso la fiducia dell'auto, pensando che con il tempo l'avrei riacquistata invece purtroppo, dopo circa 6mesi l'auto mi segnalava un avaria alle luci targhe posteriori, mentre le stesse erano accese; mi reco di nuovo nel vostro centro autorizzato per farla controllare e il capo officina dopo il ritiro dell’auto della durata di 24 ore dichiara:

“Gentile cliente all’auto ho cambiato anche il circuito delle lampade ma l'allarme rimane sempre attivo, devo controllare se ci sono dei falsi contatti sulla centralina”.

Il giorno seguente, lo stesso, mi consegnava l'auto riparata dicendomi che aveva rimesso il circuito luci, che già possedevo, perchè il difetto non era stato riscontrato sullo stesso, ma causato da falsi contatti provocati dalla centralina. Lo stesso non mi rilascia certificazioni dichiarati le attuali notifiche.

Dopo circa 9 mesi dall'ultimo accaduto noto che le lucciole(frecce laterali) sporgevano al di fuori del loro incasso, allora per l'ennesima volta vado al solito centro dove mi riceve lo stesso capo officina, il quale, le sostituisce non rilasciandomi alcun documento rassicurandomi il mancato bisogno di ricevuta.

Dopo poco la scadenza della garanzia, faccio riparare a mie spese i difetti sopra elencati.

Anche se gli stessi si ripresentano tutt’oggi.

Da svariato tempo l’auto mi presenta un fastidioso rumore, proveniente dal vano motore,con molta pazienza  mi reco in un’altra officina autorizzata, dove il capo officina mi da la triste notizia che la natura del rumore è la rottura del volano.

Attualmente sono obbligato alla sostituzione di quest’ultimo per utilizzare la mia auto.

Ancora, oltre la rivelazione che la spesa ammonta a circa € 1500,00 mi è stato anche detto che devo sostenere io le spese, essendo l’auto fuori garanzia.

Alla luce di tutto ciò, devo aggiungere inoltre, che l’auto ha solo 50.000Km.

Per concludere domando, essendo anche certo,a chi di dovere:

Avreste ancora la volontà e la fiducia di acquistare una Fiat Stilo 3p GT 140 Cv del valore di € 19000,00?

Io sinceramente no!!!

Sono desolato, ma per me, come per chi mi circonda, la Fiat ha perso di credibilità.

Con la presente colgo l'occasione per ringraziarla del tempo concessomi e chiedo eventualmente delle agevolazioni per le spese datomi per il mancato funzionamento dell’elemento in questione.

Distinti saluti...

Mario Cincinnato - E mail: cincinnatomario@libero.it


DELUSO DALL'ASSISTENZA VOLVO CARISSIMA

Con questo post volevo esprimere il mio piu' profondo rammarico di come deve essere trattato e "fregato" un cliente Volvo.

Premetto , sono un agente di commercio e sono fidelizzato a questo marchio da diversi anni, questa x me e' la 5a Volvo che ritiro nuova ed ha appena 1 anno di vita.

Purtroppo questa auto brucia spesso le lampadine degli anabbaglianti,(delle semplicissime lampade H7 ).

Oggi si e' bruciata quella del proiettore sx. e' gia' la terza che cambio, e visto che ero vicino a S.Benedetto del T. decido,anziche' andare dal solito elettrauto comune, di recarmi dal concessionario Volvo :ARNALDO TRIBUZI di Alba Adriatica,appena 6 km. dalla citta' in cui mi trovavo.

qui' la mia grande sorpresa...

Attendo una decina di min,prima che qualcuno mi riceva, rimango fuori nel piazzale sotto la pioggia,fino che un signore dell'accettazione mi rivolga una parla. Faccio presente il guasto. e che mi capita spesso.

Per lui e' normale che le lampade si brucino.<sa..stanno tutto il giorno accese...>mi sostituiscono la lampada ,ripeto una semplice H7 di quelle che si trovano nei supermercati a 3,5 €., e per chi ha una V 60 sa che si cambia in un minuto e mezzo, basta sganciare 2 clips e viene via interamente il faro, si stacca lo spinotto, e si cambia la lampada.

una H7 di alta qualita' come una Osram o similari si paga comunemente max. 9,00/10,00 euro iva inclusa.

mi presentano il conto,e.... sorpresa 24,48 euro !!!! Mi hanno fatturato una lampada ed il lavoro 20 min.

a parte che di lavoro ce ne ha messi max. 3 minuti.pago qualcosa come 9,00 euro piu' iva x la sostituzione di una lampadina.

facendo 2 calcoli...3 min. euro 9,00+ iva vale a dire euro 180,00 + iva l'ora...neanche il miglior primario d'ospedale guadagna tanto!!! E dire che un primario si fa un mazzo x una vita di studi x guadagnare meno di un meccanico della Volvo di Alba Adriatica..

Cari medici invece dei concorsi in ospedali aprite un'officina Volvo!!!

Poi c’e’ una voce in fattura che sa di presa in giro: materiale vario €.063 + iva

mi sa spiegare qualcuno quale materiale vario ci va tra una lampadina ed il suo portalampade?

Forse la carta a strappo x pulire le mani? Il detersivo che dovra’ usare x la tuta che neanche si e’ sporcato? O forse la corrente ,elettrica dell’asciugacapelli che avra’ usato dopo l’intervento,visto che nemmeno mi hanno fatto entrare in officina ed e’ stato effettuato all’aperto?

Spero che questa lamentela arrivi a chi di dovere e che faccia una riflessione.

quello che piu' mi da fastidio e' l'essere preso in giro,essere fregato,

la cosa piu' bella e' che ci hanno messo piu' tempo x fare la fattura, che sostituire la lampada!!!

meditate!!

Un cliente amareggiato e Deluso!! Francesco Bambozzi - E mail: bambozzirappresentanze@alice.it

Un ringraziamento a voi che mi leggete.


ASSISTENZA DELUDENTE PER MOTORINO DI AVVIAMENTO DIFETTOSO AD UNA MERCEDES "CLASSE A 150"

Sono a lamentare il comportamento scorretto e non professionale della rete post-vendita della concessionaria Stefauto di Bologna. In breve: sono in possesso di una Mercedes Classe A 150 dal 2008 alla quale un mese prima della scadenza della garanzia è stato sostituito il motorino d’avviamento in quanto difettoso (la macchina è stata portata in concessionaria con il carro attrezzi). Lavoro effettuato in garanzia senza problemi. Dopo pochi mesi il difetto si è manifestato nuovamente anche se in forma meno grave (con pazienza dopo qualche tentativo partiva!). A questo punto sono cominciati i problemi che a distanza di 2 anni non sono ancora risolti.

Le risposte della concessionaria sono state evasive e inconcludenti (potrebbe essere la batteria, utilizzi la chiave di riserva, non sappiamo cosa possa essere…), chiaramente tese a rimandare ogni decisione.

Dopo oltre un anno durante il quale ho contattato più volte la concessionaria ho scoperto che prendevano atto delle mie lamentele ma che non esisteva nessuno storico/data base di quanto stava accadendo, di tutto questo non c’è traccia!! Circa 3 mesi fa stanco dei continui problemi ha lasciato l’auto in officina dove mi hanno addebitato 50,00 euro per un controllo che non ha evidenziato nessuna anomalia!!

Il problema comunque continuava. Ho deciso quindi di lasciare per una settimana l’auto presso la concessionaria affinché avessero il tempo di riscontrare quanto a me accadeva regolarmente (si gira la chiave e non da segni di vita..). Finalmente, dovrei dire, viene riconosciuto che il problema è il motorino d’avviamento…(quello teoricamente sostituito, che non ha mai funzionato bene, non più coperto da garanzia e per la cui sostituzione devo anche pagare dopo due anni che subisco disagi). Ritengo questo atteggiamento inqualificabile. Possibile che non sapessero da subito che il problema era il motorino d’avviamento contando la storia pregressa? E’ la prima classe A che vedono con questo difetto? Ci volevano quasi due anni per arrivare a questa conclusione? Quando hanno fatto il controllo a pagamento non si sono accorti di nulla, si è rotto dopo? Credo che tutto ciò sia ridicolo e offensivo compreso l’offerta fattami di pagare parte dei costi della sostituzione (come se fosse una concessione eccezionale) chiedendomi un importo con il quale su Internet si comprano due motorini d’avviamento…

Marco Tavoni - E mail:  mt@edilvip.com


UNA CITROEN "C3" CON LO STERZO CHE SI BLOCCA E CON IL MOTORE CHE SI SPEGNE

Buon giorno, possiedo una Citroen C3 1.4 benzina con impianto GPL della "casa" da giugnio 2007. Premetto: macchina nuova (16.000 €) acquistata con GPL della casa, al momento del ritiro mi è stata consegnata un semplice 1.4 benzina e stupida io a ritirarla ho dovuto riportarla in concessionaria 2 settimane dopo per avere l'impiando GPL che mi hanno fatto montare da un esterno a spese loro. I problemi sorgono infatti dopo, da ormai 4 anni e mezzo la macchina si spegne a STOP, rotonde, semafori, in curva, praticamente ogni volta che va giù di giri con conseguente blocco dello sterzo e rimartenze quasi automatica a benzina...

Ho segnalato più volte il problema alla concessionaria dove l'ho acquistata e la risposta è sempre stata la stessa: "noi l'abbiamo provata e la macchina non ha nulla".

Ho rischiato più volte degli incidenti a causa di questo "blocco dello sterzo misterioso" e recentemente ad ogni mia segnalazione sono perfino stata derisa dal personale della concessionaria. Oltre a questo problema GRAVE c'è da aggiungere che la RADIO ogni mattina che viene accesa "salta" e si sprogrammano tutte le frequenze memorizzate e che il climatizzatore va a "momenti", alcuni gg esce caldissimo altri è freddissimo... Che dire, l'acquisto più sbagliato della mia vita... Se qualcun altro ha riscontrato i miei stessi problemi chiedo la cortesia di essere contattata e di indicarmi se, fortunatamente, è riuscito anche a risolverli.

Moira da Brescia - E mail: cimice86@live.it


POMPA PRESSIONE ROTTA AD UN'AUDI "Q5 3.0". PUO' RIENTRARE IN GARANZIA?

Buongiorno, sono possessore di un’  Audi Q5 3.0 tdi immatricolata febbraio 2009.

Venerdì mattina mi è saltata la pompa di alta pressione a soli 85000 km.

L’ho portata in concessionaria e mi hanno spiegato che è un problema che si presenta su questo tipo di motore.

Ora, siccome la mia garanzia è scaduta, anche se ho l’estensione di tipo d2 fatta entro il 18esimo mese e quindi copertura totale dei difetti, volevo gentilmente sapere se è la garanzia audi a dover intervenire direttamente, oppure fare domanda assicurativa dell’estensione.

Ho letto su vari  forum, che questo tipo di difetto viene coperto dalla casa automobilistica direttamente, anche fuori garanzia, ma come al solito a tutti non è stato riconosciuto.

Visto che la pratica della richiesta in  garanzia  partirà oggi, da parte del concessionario,  volevo sapere come comportarmi in caso di risposta negativa. Vi ringrazio anticipatamente per le informazioni

Distinti saluti - Vincenzo Camarda - E mail: camardasrl@alice.it


CAMBIO CHE GRATTA AD UNA FIAT "500"

Salve, posseggo una Fiat 500 da circa un anno , riscontro un problema sul cambio , l'inserimento della prima è molto duro .
Più accentuato e difficoltoso l'inserimento retromarcia , se non si schiaccia il pedale frizione sino in fondo e si attende qualche secondo il cambio gratta in maniera vistosa .So che la retro non è sincronizzata , ma mi chiedo , quanto avrebbe inciso sul costo finale , mettere un sincronizzatore ? Noi siamo utenti di "bocca  buona "ma pensate che germanici o americani siano come noi ?
Sono curioso di conoscere il feed back di questi utenti ....
Saluti. Lorenzo - E mail: lor451@gmail.com

 

>>Torna su


Pag. 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9

 

Note: il contenuto delle lettere pubblicate impegna integralmente gli autori, sollevando la Redazione di "Spazio Motori" da qualsiasi responsabilità.

Chi ha bisogno di una consulenza Legale specialistica, da parte di Avvocati esperti del settore che lavorano in convenzione con Noi, è pregato di scrivere qui: legale@spaziomotori.it

PRIVACY: Eventuali dati personali saranno trattati nel rispetto della Legge 196/2003 e succ. ( privacy ).

 

 

 

 

 


Home pageCopyright 2000/2017 © - Tutti i diritti riservati - All rights reserved - Testata giornalistica autorizzata dal Tribunale di Napoli-registr. n. 5141-Provv.del 27-06-2000.

Editore: associazione culturale no-profit "Confgiovani"- Iscr. ROC n.19181. Direttore Resp. Dott.Massimiliano Giovine - giornalista (Tes. Prof. n.120448, già n.84715).

Direzione, Redazione: via D. De Dominicis, 20 c/o Giovine-cap. 80128 Napoli. E' vietata la riproduzione o trasmissione anche parziale, in qualsiasi forma, di testi, immagini, loghi ed ogni altra parte contenuta in questo sito web senza autorizzazione.

La Redazione non è responsabile di eventuali errori imputabili a terzi, nè del contenuto delle inserzioni riservandosene, pertanto, la pubblicazione.

Nomi e numeri sono citati a puro titolo informativo, per offrire un servizio al lettore. Proprietà artistica e letteraria riservata ©. Vedi gerenza e note legali/tecniche.

|Anno XVI num. 2 - Mar./Apr. 2017| - Per informazioni e contatti e-mail: redazione1@spaziomotori.it

Sito web ottimizzato per "Firefox", Internet "Explorer 5.0" o superiore - Risoluzione schermo consigliata: 1024 x 768 pixel - >>Privacy/Cookie<<